Voragine in via Luigi Papagni mette a nudo la Bisceglie Sotterranea

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 luglio 2015

Voragine in via Luigi Papagni mette a nudo la Bisceglie Sotterranea


Una voragine di 40 cm di diametro e sotto… il nulla. O meglio nuove tracce di quella Bisceglie Sotterranea fatta di cunicoli, gallerie e frantoi ipogei, scavati nella terra per ostacolare i furti e conservare al meglio il prodotto.

Il dissesto al manto stradale riguarda via Luigi Papagni, dove già nell’inverno una macroscopica crepa aveva preoccupato i residenti e le attività commerciali. A seguito di una serie di segnalazioni e di un primo scivolamento dell’asfalto, il Comune era intervenuto bitumando il tratto di manto stradale in attesa di fondi per interventi più significativi. «L’intervento è risultato palliativo – spiegano i residenti – anzi ha peggiorato la situazione, perché la nuova voragine è più pericolosa della prima. Non è la prima volta che accade. Decenni fa, in una simile voragine fu inghiottita una bicicletta. Non più tardi di questo inverno anche un palo della luce rischiava di sprofondare».

La zona è stata messa in sicurezza, in attesa degli interventi di consolidamento, che dovrebbero partire già nella mattinata.

Lo spettacolo, per curiosi e appassionati, ha comunque il suo fascino. Una magia che, fondi permettendo, varrebbe la pena riscoprire, valorizzando, piuttosto che occultando, i “varchi” alla città segreta che racconta la nostra storia.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 30 luglio 2015