VIRTUS RUTIGLIANO-SANTOS CLUB 3-5 | Under 21, i gialloblu chiudono la regular season al 5° posto in attesa dei playoff

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 5 marzo 2016

VIRTUS RUTIGLIANO-SANTOS CLUB 3-5 | Under 21, i gialloblu chiudono la regular season al 5° posto in attesa dei playoff

Il team biscegliese torna a fare punti lontano dal PalaDolmen chiude il girone S con un turno d’anticipo

Virtus Rutigliano-Santos Club 3-5 

Virtus Rutigliano: Catalano, Difino, Berlingerio, Orlando, Soldano, Le.Ranieri, Ardito, A. Dell’Edera, Lu.Ranieri, Sollenne. Allenatore: Vito Stefano Dell’Edera.
Santos Club: Ricchiuti, Brescia, Cassanelli, F. Preziosa, G. Preziosa, Mugeo, Amato, Dell’Olio, Di Pilato. Allenatore: Mauro Tritto.
Arbitro: Ricco di Barletta Crono: Chimienti di Bari
Reti: 3’55” e 4’11” Le.Ranieri, 12’53” Dell’Olio, 13’39” F.Preziosa, 16’29” Dell’Olio, 33’56” Le.Ranieri, 35’00” Cassanelli, 39’14” Amato (tiro libero).
Ammoniti: Catalano, Soldano, F. Preziosa, Mugeo, Le.Ranieri, A.Dell’Edera.
Espulsi: al 27’53 A.Dell’Edera, al 32’57” Soldano, al 35’32” Le.Ranieri.
Note: al 18’53” Ricchiuti para tiro libero a Le.Ranieri; al 19’11” Riccchiuti para tiro libero a Le.Ranieri; al 36’44” Berligerio sbaglia un tiro libero.

Missione compiuta: il Santos Club espugna il domicilio della Virtus Rutigliano e conquista matematicamente la quinta posizione in classifica.
Il 3-5 maturato in quel di Noicattaro, infatti, consentirà alla banda allenata da Mauro Tritto di giocarsi i playoff confrontandosi con la terza classificata del girone S.

Un successo fondamentale per i gialloblu (che hanno chiuso la regular season con due settimane d’anticipo) che riscattano così lo scivolone della gara d’andata (terminata 1-5) ma soprattutto tornano a fare punti fuori casa dopo un digiuno iniziato lo scorso 6 gennaio (2-3 sul campo del Canosa).

Inizio di gara decisamente in salita per i biscegliesi, sul doppio svantaggio con la doppietta realizzata dal pivot locale Leonardo Ranieri. Il Santos Club non resta a guardare ed accorcia le distanze con Gigi Dell’Olio. Non passa neanche un minuto e i gialloblu si portano sul 2-2 grazie alla prima rete stagionale del centrale Francesco Preziosa. Al 16’29” il team presieduto da Davide Sangilli ribalta la situazione, siglando il 2-3 grazie al bis del pivot Dell’Olio.

Nel finale di primo tempo i padroni di casa cercano di pervenire al pareggio: il Santos Club prima esaurisce il bonus dei cinque falli, poi ne commette altri due. Doppia ghiotta occasione, dunque, per la Virtus, che però fallisce entrambi i tentativi dal dischetto del tiro libero: al 18’53” e al 19’11”, infatti, uno strepitoso Alex Ricchiuti nega due volte la gioia del gol a Leonardo Ranieri, interventi che chiuderanno virtualmente la prima frazione.

Dopo l’intervallo, le due formazioni battagliano a lungo. A trovare il guizzo decisivo è una nervosa Virtus (al 27’53 Alessio Dell’Edera, al 32’57” Soldano rimediano il secondo cartellino giallo), a segno nuovamente con Ranieri al 33’56” che riscatta così i precedenti errori commessi nel finale di primo tempo. Passano esattamente 1’04” e il laterale Davide Cassanelli sigla la rete del sorpasso. 32 secondi dopo anche Leonardo Ranieri riceve il secondo giallo, terminando anzitempo la gara. La gara s’infiamma e il Santos commette la sesta infrazione: Berlingerio ha l’occasione del pari, ma il suo tiro libero non inquadra lo specchio di porta. A 46″ dal termine la situazione si ribalta ed è la Virtus a commettere la sesta infrazione: Davide Amato non sbaglia, mettendo così al sicuro il risultato.

Con questo successo il Santos Club sale a quota 32 punti, seguendo il Manfredonia (4° con 36 punti) e precedendo il Cristian Barletta (6° con 27 punti). Il girone S tornerà in campo il prossimo 13 marzo ma, come già ribadito, il team biscegliese usufruirà del turno di riposo.

 

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 5 marzo 2016