VIDEO | Palazzo Tupputi: ora è anche un museo

Attualità / Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 23 gennaio 2016

VIDEO | Palazzo Tupputi: ora è anche un museo

Inaugurata l’ultima tranche di lavori e la mostra d’arte contemporanea Casa Futura Pietra

Cerimonia in grande stile, venerdì 22 gennaio per il battesimo definitivo di Palazzo Tupputi, che, dopo quasi mezzo secolo di spranghe sbarrate, è tornato nella sua interezza fruibile al pubblico.

Tra sbandieratori, istituzioni, artisti da tutta la Puglia e centinaia di cittadini appassionati di storia e cultura, la città ha vissuto un altro momento di festa, persino più autorevole di quello che poche settimane prima era stato dedicato all’inaugurazione del vicino Castello Svevo.

Un evento multiplo, ha dato l’occasione per inaugurare l’ultimo lotto dei lavori finanziati con 800.000 euro dalla Regione Puglia e parallelamente la mostra organizzata per l’ultima tappa di Casa Futura Pietra, decima edizione di Intramoenia Extra Art.

I lavori hanno riguardato la pulizia delle facciate esterne in bugnato a punta di diamante e la musealizzazione dell’intero contenitore culturale, messo in bella copia per l’occasione dell’importante mostra di arte contemporanea dedicata alla pietra.

Ideato dall’architetto Tommaso Martimucci, in collaborazione con Giusy Caroppo e prodotto da Eclettica Cultura dell’Arte, con il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Bisceglie e Soprintendenza Archeologia  della Puglia, il progetto Casa Futura Pietra ha inteso illustrare come il materiale Pietra sia la chiave di lettura dei territori, dal mare all’entroterra.

«Abbiamo invaso volentieri Palazzo Tupputi – ha spiegato il curatore e storico dell’arte Giusy Caroppo  al largo pubblico dell’iniziativa – e lo abbiamo fatto nell’indole del nostro progetto di museo temporaneo diffuso. al termine di una serie di iniziative che hanno visto protagonisti il Dolmen La Chianca, le cave delle orme di dinosauro di Altamura e indirettamente tutti quei luoghi che per gli artisti hanno preso a spunto per raccontare cosa è la pietra con le sue suggestioni».

La mostra, che ospita installazioni, video, sculture e performance artisti di rango internazionale del calibro di Jorge Peris e Bizhan Bassiri, Alvin Currain e il duo Vedovamazzei a fianco di artisti pugliesi apprezzati all’estero come Pietro di Terlizzi,  Irene Petrafasa e Sergio Racanati, resterà fruibile al pubblico fino al 26 febbraio.

Visibile l’entusiasmo dell’assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia Loredana Capone, che, dopo aver visitato per un’intera giornata i siti di Bisceglie restituiti alla cultura, ha parlato di una città bellissima, che va valorizzata per creare occupazione, economia della cultura.

 La presenza dell’assessore, della soprintendenza e dei consiglieri regionali Mennea, Caracciolo e Ventola, ha dato occasione di mostrare in anteprima la “piccola Expo” che il GAL Ponte Lama, con un’opera che i fruitori hanno definito di “commuovente valorizzazione”, ha realizzato in sette ambienti, tra cui un laboratorio didattico per bambini e un corner shop (gli spettacolari allestimenti scenici sono opera di Francesco Gorgoglione). L’inaugurazione è prevista per il prossimo 16 febbraio.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 23 gennaio 2016