VIDEO e FOTO | I bambini del plesso di via Fani rievocano le tradizioni del Carnevale biscegliese

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 24 febbraio 2017

VIDEO e FOTO | I bambini del plesso di via Fani rievocano le tradizioni del Carnevale biscegliese

Splendida iniziativa delle insegnanti del secondo circolo: merenda solidale, corteo e funerale di Carnevale e Chiarodde

VIDEO | Il funerale di Carnevale e Chiarodde

Una mattinata vissuta all’insegna delle trazioni tipiche del Carnevale biscegliese. I bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria del plesso di via Martiri di via Fani del secondo circolo didattico hanno rievocato quella che negli anni passati era l’usanza tipica della chiusura delle festività carnascialesche: il funerale di Chiarodde e Carnevale.

L’iniziativa è stata realizzata grazie all’impegno di tutte le insegnanti, in particolare delle docenti di 2G e 2H Grazia Di Pilato, Rita Grillo e Mariella Rana, con la preziosa collaborazione e attenzione dei genitori degli scolari, che si sono messi a disposizione per la buona riuscita della manifestazione.

I “feretri” di Chiarodde e Carnevale, dopo aver percorso alcune vie del quartiere Seminario seguiti da un lungo corteo “funebre” composto da bambini in abito scuro, sono stati adagiati sul terreno adiacente la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli. Poco dopo i due fantocci sono stati bruciati per rievocare il rito simbolico che simboleggia la conclusione di un ciclo naturale e ne inaugura un altro, in preparazione della primavera: la fecondazione della terra attraverso le ceneri.

L’evento è stato preceduto da una merenda solidale, attraverso la quale sono stati ricavati fondi che successivamente saranno inviati ai bambini di una scuola del centro Italia colpita dalle conseguenze dei terremoti. Nulla è stato lasciato al caso: cibi e bevande non consumati sono stati immediatamente devoluti agli operatori del progetto “Recuperiamoci” della Caritas.

Il Carnevale biscegliese è una festa dal  grande valore storico, un patrimonio di antiche tradizioni che è giusto riemergano e siano trasmesse alle prossime generazioni: una realtà che, seppur modernizzata nei modi, continua a essere radice della nostra storia.

FOTOGALLERY




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 24 febbraio 2017