VIDEO | BISCEGLIE-FRATTESE, GLI HIGHLIGHTS

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 1 febbraio 2017

VIDEO | BISCEGLIE-FRATTESE, GLI HIGHLIGHTS

Le immagini del match

VIDEO | Bisceglie-Frattese, gli highlights

L’ingresso fra le quattro semifinaliste della Coppa Italia di Serie D potrebbe essere la rampa di lancio per le legittime ambizioni di un Bisceglie in forma, che ha superato la Frattese nella gara unica dei quarti molto più nettamente di quanto possa far trasparire il 2-1 maturato sul campo. La compagine nerazzurra ha controllato la sfida e tenuto a bada gli avversari, che a dispetto delle credenziali non hanno mai dato l’impressione di riuscire a mettere in difficoltà il team pugliese. Solo un leggero calo di concentrazione ha consentito agli ospiti di riaprire, con un gol rocambolesco, un discorso qualificazione apparso già definito a mezz’ora dal termine.

Mister Ragno ha scelto di affidarsi al telaio della formazione che domenica si era imposta a Rionero cambiando solo tre elementi. Spazio fra i pali a Testa; Delvino e Raucci sugli esterni difensivi con Petta e D’Aiello centrali, Diop e Risolo in mezzo al campo, Partipilo a sinistra e Moccia a destra a sostegno delle punte Lattanzio e Montaldi. Incursione di Partipilo sull’out sinistro e cross per la testa di Montaldi: tutto facile per Rinaldi. L’esterno barese ha provato anche a mettersi in proprio ma il centrale ospite Varchetta, alla disperata, è riuscito a respingere la sua conclusione. Acrobazia di Anibal Montaldi dall’interno dell’area avversaria: palla sul fondo. Incornata strozzata di Moccia al 28° su lungo traversone di Raucci. Chance ghiotta per il Bisceglie al 30°: cross di Montaldi, uscita tutt’altro che perfetta di Rinaldi e pallone sui piedi di Moccia il cui lob è stato respinto di testa da Calvanese a pochi passi dalla linea di porta. Corner di Partipilo, elevazione notevole di Petta e inzuccata fra le braccia dell’estremo della Frattese, non senza qualche apprensione. Poco dopo Lattanzio, sempre su calcio d’angolo, si è coordinato per la conclusione aerea senza però inquadrare lo specchio della porta campana. Una girata debole di Partipilo su torre di Risolo ha preceduto l’episodio che ha cambiato il corso del match: 40°, fallo al limite dei sedici metri su Montaldi e calcio piazzato, sfruttato nel migliore dei modi da Anthony Partipilo. Sinistro a giro sul primo palo imprendibile per Rinaldi e Bisceglie meritatamente in vantaggio dopo un lunghissimo monologo.

Inizio ripresa tutto di marca nerazzurra. Break di Moccia sulla sinistra e cross tagliato per la testa di Montaldi che ha angolato verso il secondo palo mandando il pallone a lato. Contatto in area biscegliese tra Delvino e Silvestro: l’arbitro ha lasciato proseguire. Uno-due Montaldi-Partipilo in verticale sventato dall’uscita di Rinaldi. Applausi scroscianti per l’autore della prima rete, rilevato da Montinaro. Il goleador di Rionero si è ripetuto alla prima opportunità, rubando palla a metà campo e sfruttando la sponda di Lattanzio per trafiggere in corsa il numero uno partenopeo. Gara praticamente in archivio. Il Bisceglie, anche in prospettiva del derby di domenica col Gravina, ha abbassato i ritmi, pur andando ancora a segno con Riccardo Lattanzio ma su una situazione viziata, secondo il direttore di gara, da un fallo del centravanti su un difensore nerostellato. Il tempo è trascorso senza sussulti finché il team del tecnico Di Costanzo, all’85°, ha dimezzato il passivo con un pregevole gesto atletico del bomber Fabio Longo. Malgrado la rete incassata (comunque evitabile) D’Aiello e compagni non hanno incontrato alcun problema nel gestire la conclusione della sfida festeggiando l’accesso al doppio confronto di semifinale della competizione tricolore, in programma il 1° e il 29 marzo con un avversario che sarà definito tramite sorteggio, come stabilito dalla Lega Dilettanti: le altre qualificate sono Albalonga, Chieri e Darfo Boario.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 1 febbraio 2017