VIDEO | Ambrosia di scena domenica a Taranto

Sport // Scritto da Vito Troilo // 25 dicembre 2015

VIDEO | Ambrosia di scena domenica a Taranto


"Terzo tempo", ogni martedì e giovedì sul canale youtube Bisceglie in diretta

“Terzo tempo”, ogni martedì e giovedì sul canale youtube Bisceglie in diretta

Il preparatore fisico Michele Falcone: «La squadra sta bene, siamo alla ricerca della migliore condizione per chi è rientrato dagli infortuni»

Tre sfide nel breve volgere di 11 giorni per l’Ambrosia Basket Bisceglie, a cavallo fra le conclusione del girone d’andata e la prima giornata di ritorno. Domenica 27 i nerazzurri renderanno visita al Cus Jonico Taranto nel match in programma alle ore 18:00 sul parquet del PalaMazzola mentre il 3 gennaio affronteranno il fanalino di coda Vasto e mercoledì 6 incroceranno Falconara.

«Siamo nella parte finale del carico cominciato a inizio stagione. Cercheremo di dare il massimo nelle prossime tre gare ravvicinate. In questo periodo, analizzando insieme a coach Fantozzi l’andamento delle prestazioni della squadra, non abbiamo riscontrato carenze a livello fisico, anzi: abbiamo recuperato Mathias Drigo all’80% del suo potenziale e stiamo lavorando alacremente per riportare Renato Buono al massimo della forma» commenta il preparatore fisico nerazzurro Michele Falcone.

«Al termine di questi tre incontri recupereremo le energie e dopo la sosta dovremmo essere più carichi per affrontare il girone il ritorno» aggiunge il tecnico barlettano.

La particolare conformazione del calendario non ha scombussolato più di tanto l’organizzazione della settimana-tipo: «Sostanzialmente si è lavorato allo stesso modo. I ragazzi sono molto volenterosi e determinati a dare il massimo. Malgrado siano atleti molto giovani, essi conoscono bene il loro corpo e mi aiutano tantissimo nel gestire la situazione interfacciandosi spesso con me. Con questi presupposti possiamo fare veramente bene, considerando che si sta formando il gruppo alla luce dei cambiamenti effettuati dalla società nelle scorse settimane. Dal punto di vista psicofisico potremo arrivare nelle condizioni giuste al rush finale per giocarci le nostre chances playoff» assicura Michele Falcone.

La figura del preparatore fisico ha assunto, col passare degli anni, un’importanza strategica sempre più rilevante nelle pianificazioni tecniche per la pallacanestro: «Un tempo il preparatore era presente solo una volta a settimana e non a caso era definito “atletico”. Il cambio del termine ha rappresentato uno spartiacque: il nostro ruolo è adesso quello di tutelare la salute dei giocatori dal punto di vista strutturale, provvedendo a colmare anche eventuali carenze posturali per incrementare la performance del singolo atleta. I giocatori si fidano quasi ciecamente, si lasciano aiutare e ti aiutano»

I prossimi avversari dei nerazzurri sono allenati dall’esperto Giovanni Putignano: malgrado la presenza nel roster di pezzi pregiati come il playmaker Roberto Maggio, la guardia Valerio Circosta, l’ala piccola Stefano Potì e il centro Luca Malfatti, Taranto ha vinto solo tre incontri su tredici, tutti fra le mura amiche con Vasto, Senigallia e Mola.

La gara fra Cus Jonico Taranto e Ambrosia Bisceglie sarà diretta da Daniela Calella di Bologna ed Elena Colazzo, leccese da anni trapiantata a Milano.

VIDEO | Ambrosia Basket verso la trasferta di Taranto

Intervista: Vito Troilo
Riprese e montaggio: Graziana Ciccolella

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 25 dicembre 2015