VIDEO/ Al don Luigi Sturzo in scena “Sogno di una notte di mezza estate”

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 20 maggio 2015

VIDEO/ Al don Luigi Sturzo in scena “Sogno di una notte di mezza estate”


Triplo appuntamento per gli allievi del laboratorio “Shakespeare heroes”

Un appuntamento teatrale da non perdere quello di venerdì 22 maggio alle ore 21:00, con replica sabato 23 sempre alle ore 21:00 e domenica 24 alle ore 18:00 con “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare, presso il teatro Don Sturzo di Bisceglie. La firma è quella del maestro e regista biscegliese Tonio Logoluso.

A conclusione del laboratorio teatrale “Shakespeare heroes” diretto dallo stesso Logoluso, lo spettacolo vedrà come protagonisti Roberta Bini (nel ruolo di Puck), Maurizio Buonarota (Nasone), Alessandro Caruolo (Oberon), Beatrice Chieppa (Elena), Federica Falco (Titania), Rosaria Moncelli (Fiordirugiada), Isa Papagni (Cotogna), Alfonsa Pedone (Lancia), Elena Ricchitelli (Ermia), Ludovica Rinaldi (Bottom), Bruno Ricchiuti (nel ruolo di Flauto), Ambra Amoruso (Demetrio) e Marzia Colucci (Lisandro).

Tre mondi che si mescolano armoniosamente, ognuno con un linguaggio ben distinto, un alternarsi di goffi versi aulici, canzoni e filastrocche dal verso sciolto, e liriche d’amore, il tutto ad incorniciare la contrapposizione fra l’amore ideale, e l’amore reale, con un intreccio ben definito, il passaggio onirico dal giorno alla notte, l’armonia e disarmonia degli opposti femminile e maschile, buio e luce, immaginazione e ordine, tutto questo è portato in scena, in una notte, in cui si cambiano i destini degli uomini, attraverso un sogno magico.

La scrittura shakespeariana, donerà al pubblico quella magia che permetterà di vivere la volubilità dell’amore, e la sua straordinarietà, incarnando quella fusione tra il mondo fantastico e quello reale, perché: «Il mondo è folle e folle è l’amore».
In questa grande follia della natura, l’attimo di felicità è breve, in un richiamo alla leggerezza, all’umorismo comico e alla malinconia che accompagna a volte la vicenda.

Per info e prenotazioni rivolgersi al 345 6394314




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 20 maggio 2015