VIDEO | 2 – Le star di Battiti Live 2016 a Bisceglie: Dolcenera, Ermal Meta, Renzo Rubino

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 14 agosto 2016

VIDEO | 2 – Le star di Battiti Live 2016 a Bisceglie: Dolcenera, Ermal Meta, Renzo Rubino

A Bisceglie “Per non dimenticare”: lo show itinerante di Radionorba sarà dedicato al ricordo delle vittime della sciagura ferroviaria del 12 luglio

VIDEO | 1- Le star di Battiti Live 2016 a Bisceglie: Elodie, Giò Sada, Sud Sound System, Sergio Sylvestre

Un cast artistico di elevato livello per l’appuntamento di mercoledì 17 agosto. Sul palco Alan Palmieri, direttore artistico di Radionorba e storico conduttore di Battiti Live; ad affiancarlo, l’attrice bitontina Bianca Guaccero. Il concerto conclusivo di Bisceglie sarà all’insegna della sobrietà e del ricordo. Sul palco dell’Arena del mare si alterneranno artisti pugliesi: un modo per dimostrare la fierezza e la forza della Puglia che sa andare avanti nonostante tutto.
Per questa seconda tranche Bisceglie in diretta presenta: Dolcenera, Ermal Meta (albanese ma da vent’anni in Puglia) , Renzo Rubino.

ERMAL META
Ermal Meta, cantautore e compositore albanese, 33 anni, oltre venti dei quali passati in Italia. È arrivato dall’Albania all’età di 13 anni e si è trasferito  con la famiglia a Bari. Ha cominciato a suonare a 16 anni e ha fatto parte di vari gruppi prima di entrare a fare parte degli “Ameba 4” in qualità di chitarrista.

Nel 2007 Meta ha fondato “La Fame di Camilla” con il quale ha realizzato tre album in studio: La Fame di Camilla (2009), Buio e luce (2010) e L’attesa (2012).
In seguito allo scioglimento del gruppo, Meta ha intrapreso l’attività di autore che nel corso degli anni lo ha portato a scrivere brani per molti interpreti italiani come: Emma, Francesco Renga, Patty Pravo, Chiara, Marco Mengoni, Francesca Michielin, Francesco Sarcina, Giusy Ferreri, Lorenzo Fragola oltre ad aver curato gli arrangiamenti di alcuni brani per i Negrita e per i già citati Renga e Sarcina.
Nel corso del 2013, Meta ha scritto insieme a Niccolò Agliardi il brano “Non mi interessa” per Patty Pravo, con la quale ha realizzato un duetto; nello stesso anno ha inoltre composto i brani “Pronto a correre”,” 20 sigarette” e “Natale senza regali” per Marco Mengoni, presenti nell’album di quest’ultimo “Pronto a correre”.

Agli inizi del 2014 ha realizzato il pezzo “Tutto si muove” inserito nella colonna sonora della serie televisiva Braccialetti rossi, mentre il 22 ottobre dello stesso anno è uscito in rotazione radiofonica il brano “Lettera a mio padre”. Nel 2015 ha scritto i brani “Occhi profondi” e” Arriverà l’amore” per Emma Marrone.
Il 5 febbraio 2016 è stato pubblicato il primo album in studio del cantante, intitolato “Umano”, che ha preceduto la partecipazione al Festival di Sanremo fra i Giovani col brano di grande successo “Odio le favole”.

ERMAL META | Odio le favole

DOLCENERA

Il percorso artistico di Dolcenera si è aperto ufficialmente nel 2003 con la vittoria fra le Nuove proposte alla 53ª edizione del Festival di Sanremo con il brano “Siamo tutti là fuori“, aggiudicandosi anche il premio assegnato dalla Sala stampa, radio e tv.  Nel 2005 ha vinto la trasmissione di Raidue “Music Farm” con il brano “Mai più noi due” che verrà inserita nel suo secondo album “Un Mondo Perfetto” (disco di platino che rimarrà in classifica per un anno).

Nel 2006 Dolcenera ha partecipato nuovamente al Festival di Sanremo dove ha presentato il brano “Com’è straordinaria la vita” cui è seguita la pubblicazione del suo terzo album, “Il popolo dei Sogni“, album che in una settimana ha ottenuto  il disco d’oro e successivamente il disco di platino.

Nel 2009 ha partecipato a Sanremo con il brano  “Il mio amore unico“. Nel 2011, il nuovo album “Evoluzione della specie”, scritto e arrangiato dalla stessa cantante, ha riscosso una serie di successi come “Il Sole di domenica”, una delle più importanti hit dell’estate 2011. Notevole l’impatto suscitato, nel 2012, dal suo pezzo sanremese “Ci vediamo a casa”, azzeccato ritratto generazionale dei trentenni italiani.
Il 26 settembre 2014 è arrivato in radio “Accendi lo Spirito” caratterizzato dalla contaminazione di melodie blues e melodie della tradizione musicale italiana, con l’arrangiamento dei synth in stile clubbing.

Dolcenera è stata  una delle protagoniste del 66° Festival di Sanremo, partecipando alla gara nella sezione Campioni con il brano “Ora o mai più (le cose cambiano)”. Il brano fa parte dell’album “Le stelle non tremano – Supernovae”, nel febbraio 2016. La cantante salentina è stata uno dei quattro coach della quarta edizione di The Voice su Raidue.

DOLCENERA | 100 mila watt 

RENZO RUBINO

Renzo Rubino è nato a Martina Franca il 17 marzo 1988. A 16 anni si è mascherato e spacciato per Mr V, (noto) pianista londinese in tour italiano, tutto questo per poter partecipare a un festival di musicisti di strada organizzato da papà Rubino che come tutti i papà italiani avrebbe voluto un figlio avvocato.
A 19 anni si è presentato con la sua band a un concerto di Al Bano dedicato alla Madonna nella zona di Martina Franca e ha convinto il promoter a costituire il gruppo spalla del cantante di Cellino San Marco.

A 20 anni Renzo ha venduto tutto quello che possedeva (la sua auto, la playstation e poco altro) per trasferirsi a Ravenna. Pronto a qualunque sacrificio in nome della musica, ogni giorno si è recato a Milano per frequentare i corsi del CPM. A 21 anni ha conosciuto il suo attuale produttore artistico Andrea Rodini, vincitore delle prime due edizioni di “X Factor” come vocal coach della squadra di Morgan. Finito il tempo dei travestimenti e degli stratagemmi per esibirsi in pubblico, Renzo Rubino ha conquistato la stima di critica e pubblico con le sette tracce (sei inediti e una cover di Modugno) del cd “Farfavole” pubblicato nel 2011.

Il suo pop raffinato ha trovato un nuovo estimatore in Marcello Faneschi, arrangiatore, direttore d’orchestra e amico inseparabile di Domenico Modugno. È di Faneschi la linea d’archi della canzone “Il postino (amami uomo)”, che nell’ottobre 2012 Rubino ha presentato ad Area Sanremo, superando tutte le fasi della selezione fino ad essere ammesso fra gli otto giovani del Festival di Sanremo 2013 con il medesimo brano.

Il singolo sanremese ha lanciato il dinamico album d’esordio “Poppins”, caratterizzato da testi fra ironia e poesia punteggiati da continui cambi di ritmo che spaziano da suggestioni classiche a vibrazioni elettriche e blues. Nel 2014 Rubino ha nuovamente preso parte al Festival di Sanremo  nella sezione Big, aggiudicandosi il terzo posto con il brano “Ora” e vincendo il Premio come miglior arrangiamento con il secondo brano in gara “Per sempre e poi basta”. Nel febbraio dello stesso anno è uscito l’album “Secondo Rubino” (Atlantic/Warner) con la produzione artistica di Andrea Rodini e gli arrangiamenti dello stesso Andrea Rodini, di Renzo Rubino e di Marcello Faneschi.

 RENZO RUBINO | Ora 




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 14 agosto 2016