Venerdì il gemellaggio fra le province Bat e Brescia

Attualità // Scritto da La Redazione // 25 giugno 2014

Venerdì il gemellaggio fra le province Bat e Brescia


Venerdì 27 giugno alle ore 10.00, presso la sede di Andria in piazza san Pio X,  è prevista la presentazione del progetto di gemellaggio tra la provincia Bat e quella di Brescia, la seconda della Lombardia e la quinta in Italia per numero di abitanti. 

L’iniziativa, opera del progetto “Agire por 2007-2013”, cofinanziata dal fondo europeo di sviluppo regionale e coordinato dalla direzione generale per la politica regionale unitaria comunitaria del dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, è quello di mettere a disposizione del territorio il bagaglio di esperienze e dei sistemi di governance  attuati in logica associata dal centro servizi territoriale provinciale a servizio dei comuni già in uso nella provincia di Brescia.

Il progetto intende fornire un possibile scenario di sviluppo della logica di gestione associata di funzioni quali “le centrali uniche di committenza”, “la fatturazione elettronica e i pagamenti online come obbligo normativo” e “la razionalizzazione dei CED”.

Stemma della provincia di Brescia

Stemma della provincia di Brescia

Interverrà il presidente della provincia, Francesco Ventola, seguito da Federico Lasco del dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica del ministero dell’economia e delle finanze. Parlerà dell’esperienza di innovazione della provincia di Brescia l’assessore provinciale all’innovazione Corrado Ghirardelli, mentre il dirigente Raffaele Gareri relazionerà sui modelli oggetto di trasferimento nell’ambito del progetto e sul modello di governance rappresentato dalla convenzione CST (centro servizi territoriale).

Il contesto della provincia Bat, i progetti complementari in atto, le aspettative ed i risultati attesi dal progetto di gemellaggio saranno invece analizzati dal dirigente del settore reti ed infrastrutture tecnologiche della provincia, Franco Sciannamea.

Saranno poi approfondite attività, tempistiche ed output del progetto, oltre alla presentazione del personale degli enti in termini di profilo professionale e contributo al raggiungimento degli obiettivi. 




Attualità // Scritto da La Redazione // 25 giugno 2014