Urbanistica, BVE scrive alle opposizioni: «dopo sette anni, lo farete approvare questo PUG»

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 14 luglio 2015

Urbanistica, BVE scrive alle opposizioni: «dopo sette anni, lo farete approvare questo PUG»


L’associazione Bisceglie Vecchia Extramoenia scrive una lettera aperta alle opposizioni. Perché  «non potendo  nascondere la delusione nei confronti della maggioranza di Consiglio, che pare aver rinunciato al ruolo di rappresentanza di quella maggioranza di cittadini che gli ha conferito la delega all’amministrazione della città» ritiene che l’unica via percorribile sia quella di appellarsi alle opposizioni «affinché possano traghettare nella sede più consona del Consiglio Comunale la discussione» su alcune tematiche di interesse capitale per il futuro del territorio locale.

Alle opposizioni, BVE chiede di portare all’attenzione prima di tutto, l’approvazione del nuovo Piano Urbanistico Generale. «Se ne parla da sette anni, ma si continua ancora a costruire sulla base del Piano Regolatore vigente, datato 1977. Sarebbe opportuno che i cittadini conoscano il motivo della procrastinazione del provvedimento, oltre che discutere nel merito del nuovo documento urbanistico».

Altro tema caldo, quello relativo al rilancio del Centro Storico. «Questo ambizioso obiettivo passa dalla discussione di una serie di questioni tra cui: l’attivazione della ZTL e l’istituzione di aree pedonali entro le mura del Borgo; la gestione del patrimonio di case popolari localizzate nel Centro Storico, affrontando il nodo delle occupazioni abusive degli immobili di proprietà comunale; contrasto degli abusi edilizi compiuti a seguito della ristrutturazione di immobili storici, tramite il sanzionamento degli illeciti ed i ripristino dei luoghi; lotta al degrado e alla microcriminalità».
Ancora BVE chiede impegno di affrontare i temi della tutela del verde pubblico, contro la cementificazione dell’agro biscegliese e contemporano rilancio del patrimonio immobiliare storico extramoenia.

E se le opposizioni non dovessero rispondere? Saranno bacchettate anche loro: « Il silenzio verrà interpretato come una sostanziale condivisione dell’operato di questa maggioranza, i cui risultati paiono ben lontani dal ritenersi soddisfacenti».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 14 luglio 2015