UNIONE-SUDEST 1-1 | Gli azzurri continuano con la politica dei piccoli passi

Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 marzo 2016

UNIONE-SUDEST 1-1 | Gli azzurri continuano con la politica dei piccoli passi

Gol lampo di Sarr e pari del Locorotondo su rigore. Dodicesimo pareggio in campionato servito

Unione Calcio Bisceglie-Sudest Locorotondo 1-1

Unione Calcio Bisceglie
: Lullo, Bufi (dal 55° Sylla), Papagno, Quercia, Anglani, Ragno, Sarr (dall’87° Pasculli), Bartolo Lorusso, Cannone, Ieva (dal 52° De Mango), Di Pinto. Allenatore: Francesco Bitetto. A disposzione: Delfino, Gabriele Monopoli, Mazzilli, Albrizio.
Sudest Locorotondo: Turi, Chimenti, Mignone, B. Lorusso, I. Loseto, Martino, Piperis, Faliero, Capriati (dal 24° Stallone, dal 72° Palasciano), Colella, F. Loseto (dall’81° Morea). Allenatore: Roberto D’Ermilio. A disposizione: Portoghese, Conca, Azzariti, R. Lorusso.
Terna arbitrale: Totaro di Lecce (Spedicato di Lecce, Castronuovo di Taranto).
Reti: 1° Sarr, 24° rigore Colella.
Note: spettatori 300. Ammoniti: Lullo, Ragno, Di Pinto, I. Loseto, Martino, Piperis, Colella, Stallone. Espulsi Sylla al 62° e Martino all’86° per doppia ammonizione.

Come le formiche. Un pezzettino per volta, l’Unione continua a costruirsi il suo ponte verso la salvezza. In tempi grami, meglio andare avanti coi pareggi, specie in un turno nel quale su nove incontri se ne sono verificati ben cinque. Gli azzurri sono ormai coinvolti nella lotta per evitare i playout, cui forse non parteciperà la 14ª classificata della regular season di Eccellenza pugliese, considerati i 15 punti di scarto fra chi occupa attualmente quel piazzamento e la penultima posizione. Non che il 15° posto sia così distante: al momento, in seguito al nulla di fatto del “Gustavo Ventura” col Sudest Locorotondo, il margine sull’Hellas Taranto è ridotto a due lunghezze.

Eppure questa volta la squadra di Francesco Bitetto ha mostrato subito i muscoli, sbloccando il punteggio al primo giro di lancette grazie a un’intuizione del centrocampista senegalese Sarr, che ha sfruttato un malinteso fra Loruso e Turi trafiggendo il portiere ospite con un diagonale. I locali, in formazione largamente rimaneggiata (out il capitano Angelo Monopoli, forfait in extremis anche di Bruno Acquaviva, in gol giovedì a Mesagne) si sono resi ulteriormente pericolosi con un sinistro da fuori area di Leo Ragno terminato alto di poco, all’11° con una sfortunata conclusione di Amedeo Di Pinto (palla contro la traversa), al 14° con una nitida occasione per Ieva, che servito da Ragno ha calciato malamente e in seguito con un sinistro dell’esperto Di Pinto a fil di palo.

Un retropassaggio troppo corto di Anglani verso Lullo ha messo sui piedi di Capriati un’occasione a tu per tu col portiere di casa, che non ha trovato di meglio che stendere l’attaccante; cartellino giallo per l’estremo azzurro e rigore trasformato da Colella. Ci ha provato ancora Sarr con una botta respinta da Turi al 34° mentre il Sudest ha sprecato con Martino (tap-in alto a pochi passi dalla porta).

Ripresa caratterizzata dalla paura di perdere: rilevanti solo le espulsioni di Sylla (entrato da pochi minuti) per un’entrata ritenuta da cartellino rosso diretto su Colella (compensazione per la mancata espulsione di Lullo nel primo tempo?) e Martino per doppia ammonizione. Triplice fischio e primato confermato per l’Unione, leader del girone (in compagnia del Bitonto) per numero di pareggi registrati finora: ben 12.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 marzo 2016