UNIONE-GROTTAGLIE 4-0| Secondo poker consecutivo e ottavo posto finale

Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 17 aprile 2016

UNIONE-GROTTAGLIE 4-0| Secondo poker consecutivo e ottavo posto finale

Un poker che permette di consolidare maggiormente la classifica di un campionato altalenante. Esordio con gol per Fata

UNIONE CALCIO BISCEGLIE-ARS ET LABOR GROTTAGLIE 4-0

Unione: Lullo, Sasso (dal 49° Bufi), Papagno, Anglani, Binetti, Monopoli G. (dall’82° Ferrante N.), Pontrelli, Lorusso, De Mango, Di Pierro (dal 66° Fata), Di Pinto. Allenatore: Francesco Bitetto. A disposizione: Napoletano, Pasculli, Cannone, Ragno.

Grottaglie: Annichiarico, Papa, Franco, Dimo (dal 65° Bottiglione), Schiavone, Bianchi, Pisano, Schirinzi, Radicchio, Malagnino, Marinelli (dal 46° Sowe). Allenatore: Passariello. A disposizione: Convertino, Misuraca, Ciniero, Trani, Duma.

Arbitro: Grosso di Bari (Direse e Latini di Foggia).

Reti: 45° e 54° Di Pinto, 62° De Mango, 67° Fata.

Note: spettatori 350 di cui 15 provenienti da Grottaglie. Ammoniti Monopoli G. Anglani, Bufi, Marinelli. Angoli: 3-2 per l’Unione.

L’Unione Calcio Bisceglie si è regalata definitivamente la festa della permanenza nella Premier League pugliese superando a domicilio il Grottaglie per 4-0.
Un allenamento, quello di questa ultima giornata di campionato, fra due squadre che hanno chiuso nei loro cassetti, o gettato nel cestino, velleità e progetti di inizio stagione.

A conferma di ciò sono ben nove gli under schierati in campo (quattro per i biscegliesi, ben cinque per gli jonici, ndr) con l’esordio dello stopper Binetti, classe 99, e la prima dal fischio d’inizio per Fabio Sasso, debuttante in quel di Castellaneta nella domenica precedente.

L’Unione, disposta in campo da mister Francesco Bitetto con il più classico dei 4-4-2, non ha faticato molto contro un avversario con la mente rivolta ad un repentino ritorno in Eccellenza nella prossima annata e che ha comunque offerto un paio di interessanti spunti.

Scendono in campo le due squadre

Scendono in campo le due squadre

Da riscontrare i gol che hanno deciso la partita: sul finire del primo tempo, prima del fischio parziale del direttore di gara, la gemma su punizione a foglia morta di Amedeo Di Pinto ha sbloccato il risultato per i padroni di casa successivi dominatori del match nella ripresa.

Al minuto 54 ancora Di Pinto, giunto in doppia cifra nella classifica marcatori, trova un gol facile su tap in approfittando della plastica respinta del portiere Annichiarico sul tiro a rientrare di Nicola Di Pierro. Il terzo gol otto minuti più tardi con un contropiede mal amministrato in difesa dalla compagine tarantina di mister Passariello; De Mango, involatosi al centro non sbaglia a tu per tu col portiere. C’è ancora tempo per gioire al 67° con il poker definitivo siglato da Fata, subentrato a Di Pierro e all’esordio assoluto in campionato, con un preciso diagonale destro che si infila alle spalle del baluardo ospite.

Mister Francesco Bitetto ha condotto gli azzurri all'ottavo posto finale

Mister Francesco Bitetto ha condotto gli azzurri all’ottavo posto finale

Il Grottaglie non ha voluto tuttavia lasciare completamente l’onore delle armi davanti alla compagine del presidente Enzo Pedone rendendosi pericoloso in partita con tiri dalla distanza e calci piazzati che hanno severamente impegnato Lullo. Clamorosa l’occasione del 39° minuto quando Pisano si è fatto neutralizzare i propri tiri per due volte di seguito in piena area, approfittando del filtrante servito da Malagnino.

Con questa vittoria il piazzamento finale dell’Unione è così decisamente migliorato, approfittando del pareggio del Molfetta sulla capolista Gravina e delle contemporanee sconfitte di Novoli, Atletico Mola e Leverano. Un ottavo posto con 44 punti che può ritenersi soddisfacente nonostante una stagione forse leggermente al di sotto di quelle aspettative che una formazione come quella azzurra è riuscita a mostrare in estate. Proprio da qua la stanza dei bottoni del club biscegliese dovrà partire per un nuovo campionato di Eccellenza da protagonisti.

Per il Grottaglie seconda retrocessione consecutiva dopo la caduta dalla serie D avvenuta un anno orsono: da libro cuore l’immagine di quindici supporters biancoazzurri che hanno continuato a cantare e tifare a squarciagola la propria squadra nonostante il 4-0 subito e la stagione fallimentare appena conclusa. La più limpida dimostrazione di attaccamento e fedeltà ai colori della propria squadra anche quando le cose non vanno per il verso giusto con la speranza per i grottagliesi che la Promozione regionale sia solo una mera stazione di transito.

Chi è Bartolomeo Pasquale

Bartolomeo Pasquale nasce a Molfetta il 15 Gennaio 1987. All'età di dodici anni vince il premio speciale alla seconda edizione del premio scolastico "Vincenzo Fata" con il video-report dal titolo "Bisceglie in dieci minuti". Redattore per Bisceglie in diretta dal 2008, è stato presentatore per programmi radiofonici, spettacoli e contest, conseguendo il titolo di giornalista pubblicista nel 2010. Laureato in Giurisprudenza con tesi in Diritto del Lavoro presso l'Università degli Studi di Bari, è praticante avvocato dal Novembre 2012.




Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 17 aprile 2016