Unione beffata in finale, l’amarezza e l’orgoglio di mister Zinfollino: «Questa società è eccezionale»

Sport // Scritto da Vito Troilo // 20 gennaio 2017

Unione beffata in finale, l’amarezza e l’orgoglio di mister Zinfollino: «Questa società è eccezionale»

Il tecnico azzurro, rammaricato per l’immeritata sconfitta, elogia il suo gruppo

Amareggiato ma orgoglioso. Gino Zinfollino, tecnico dell’Unione Calcio Bisceglie, fatica a nascondere il comprensibile sconforto per un obiettivo prestigioso purtroppo soltanto sfiorato: «Come ho detto in spogliatoio al termine ai miei ragazzi, fino a quando si è giocato a calcio abbiamo vinto noi sul campo. Quando siamo andati incontro alla sorte nella lotteria dei rigori può capitare davvero di tutto, se consideriamo che dal dischetto può sbagliare finanche Messi» ha affermato in sala stampa.

«La nostra squadra ha dimostrato di valere ciò che qualcuno pensava non valesse. Chi si è recato a Gravina per questa finale convinto di assistere a un dominio dell’Altamura credo sia andato via sorpreso del fatto di aver visto l’Unione» ha aggiunto il trainer andriese. «Ho chiesto ai giocatori di non sentirsi vittime sacrificali e la risposta è stata molto positiva. Mi restano l’amaro in bocca e le lacrime dei miei atleti più esperti, a cominciare da Moscelli e Bartoli. Ho cercato di regalare al gruppo un risultato importantissimo. Questa società e questo movimento sono qualcosa di eccezionale» ha sottolineato l’allenatore azzurro.

«Avevamo nelle gambe la partita di domenica a differenza dei nostri avversari, che non hanno giocato. Il loro gol è stato provocato da un nostro errore e nella prima parte della gara li abbiamo aspettati troppo bassi. Nel secondo tempo i ragazzi hanno reagito, giocando col piglio giusto e scaricandosi di dosso ogni timore. Se avessimo avuto altri cinque sei minuti a disposizione nel secondo tempo regolarmente l’avremmo potuta vincere. La sospensione per gli overtime ci ha un po’ penalizzati ma poi abbiamo ripreso a fare la partita e la dimostrazione è che l’Altamura ha addirittura inserito il terzo difensore centrale» ha analizzato Zinfollino.

Sfumato il sogno tricolore, l’Unione dovrà riprendere immediatamente contatto con la realtà per preparare la delicatissima trasferta del “Manzi-Chiapulin” di Barletta: «Bisognerà trovare la testa. Società e staff dovranno subito trasmettere energie positive al gruppo. Sarà difficile essere pronti e sgombri mentalmente anche se la prova di questo pomeriggio è dimostrazione che siamo gruppo valido e una cosa è certa: nessuno ci ha messo sotto. Possiamo e dobbiamo accorciare la classifica rispetto al vertice» ha concluso il fiero timoniere dell’Unione.

Si ringrazia per la collaborazione l’ufficio stampa dell’Unione Calcio Bisceglie

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 20 gennaio 2017