“Una meravigliosa stagione fallimentare”: il calcio come cartina tornasole di un’intera città

Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 3 febbraio 2015

“Una meravigliosa stagione fallimentare”: il calcio come cartina tornasole di un’intera città


Parla mister Nunzio Zavettieri

Parla mister Nunzio Zavettieri

Una meravigliosa stagione fallimentare” può essere definito come l’ossimoro che identifica una città metropolitana come Bari nella sua squadra di calcio economicamente allo sbando ma che ha saputo, come l’Araba Fenice, risorgere dalle proprie ceneri.

Un’affermazione che ha del paradossale ma che ben descrive le sensazioni di chi ha toccato con mano, dai calciatori agli allenatori, allo staff tecnico fino ad arrivare ai tifosi, l’ambiente dell’Associazione Sportiva Bari nella stagione 2013/2014, ricordata come l’ultima della presidenza Matarrese prima del fallimento e della nuova rifondazione come F.C. La Bari.

Una stagione trasportata su celluloide e mostrata al grande pubblico nella sera di lunedì 02 febbraio presso la sala B del Teatro Politeama Italia di Bisceglie. La pellicola, diretta da Mario Bucci e nata da una idea di Ivan D’Ambrosio, è stata prodotta dalla Dinamo Film con il patrocinio del Comune di Bari ed il contributo della Apulia Film Commission.

Nunzio Zavettieri con lo sceneggiatore Fabio Fanelli

Nunzio Zavettieri con lo sceneggiatore Fabio Fanelli

Dal primo giorno di ritiro all’abbandono di mister Carmine Gautieri prima dell’esordio ufficiale, dalle prime sconfitte in campionato alle messe in mora non soddisfatte dalla società per arrivare alla pronta risalita in classifica, il docu-film si presenta come un genuino excursus dell’annata in grado di fondere calcio e società in una cosa sola, rendendo la disciplina del pallone una vera e propria passione in grado di cambiare la realtà delle cose.

Il documentario, narrato da Carlo Valli storica “voce” del compianto attore Robin Williams, segue un percorso che il binomio D’Ambrosio-Dinamo Film aveva già articolato da tempo con la realizzazione di altri due speciali sulla squadra biancorossa, ovvero “U mégghie paise” e “Non cresce l’erba”, quest’ultimo trasmesso nel mainstreaming nazionale su MTV in una fiction di sei puntate andate in onda nel 2012.

Alla presentazione del Politeama sono intervenuti Fabio Fanelli, sceneggiatore e voice over della pellicola, il biscegliese Antonello Papagni, autore e coordinatore della indovinata soundtrack del film e Nunzio Zavettieri, allenatore del Bari nell’enarrato campionato di serie B insieme a Roberto Maria Alberti, il quale prima della proiezione ha dichiarato:

E’ stata per me una stagione indescrivibile dal punto di vista professionale e morale. Siamo partiti con tanta passione ma pochi punti in cascina, infatti io e mister Alberti siamo stati chiamati in corsa dopo le dimissioni di Gautieri e non avevamo avuto il tempo di programmare qualcosa assieme ai giocatori che subito ci hanno ben accolto. Addirittura il giorno del fallimento, il 10 marzo 2014, prima di cominciare la seduta coi ragazzi ho incontrato Matarrese il quale mi riferisce che tutto andava per il meglio: un’ora dopo seppi che la società era fallita. Abbiamo preso i ragazzi, abbiamo fatto quadrato sulla situazione e per onore del Bari e di Bari sapevamo che con i nostri mezzi avremmo compiuto qualcosa di grande. La scorsa stagione è rimasta nel cuore anche della mia famiglia, con mio figlio che sogna di conoscere Galano e mia famiglia che si è innamorata di Sciaudone.

Chi è Bartolomeo Pasquale

Bartolomeo Pasquale nasce a Molfetta il 15 Gennaio 1987. All'età di dodici anni vince il premio speciale alla seconda edizione del premio scolastico "Vincenzo Fata" con il video-report dal titolo "Bisceglie in dieci minuti". Redattore per Bisceglie in diretta dal 2008, è stato presentatore per programmi radiofonici, spettacoli e contest, conseguendo il titolo di giornalista pubblicista nel 2010. Laureato in Giurisprudenza con tesi in Diritto del Lavoro presso l'Università degli Studi di Bari, è praticante avvocato dal Novembre 2012.




Sport // Scritto da Bartolomeo Pasquale // 3 febbraio 2015