Una dedica ai monuments men e monuments ladies

Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 30 marzo 2015

Una dedica ai monuments men e monuments ladies


A spasso per Bisceglie e Londra tra le bellezze sconosciute che i paladini dell’arte e dell’architettura stanno riportando alla luce

«tn_IMG_3333 A tutti i monuments men e le monuments ladies». Non quelli del film di George Cloonry,, ma quei biscegliesi che con valore,coraggio e gratuità, sim impegnano per la salvaguardia, la conoscenza, la divulgazione, il recupero e la dignità degli scorci più segreti di una Bisceglie che altrimenti andrebbe persa.

E’ una dedicaaccorata e poetica, quelal che Alessandra Di Gregorio Anderson fa a margine della tre giorni di eventi che ha organizzato presso il Circolo Unione per scoprire, in una rassegna di scatti fotografici, i segreti della Bisceglie meno conosciuta.

A concludere la rassegna, composta da una installazione fotografica sulla storia dei proprietari del palazzo che è oggi sede del Circolo Unione, da una proiezione cinematografica ed un dibattito, un coraggioso viagtn_IMG_3331 gio virtuale a spasso per l’Italia e l’Inghilterra dal titolo “Interiors”. A confronto,  luoghi “chiusi da mura” (giardini e agrumeti inclusi) di Londra e Bisceglie, tra chiese e casini, cottage e villini, prati a perdita d’occhio e mediterranee terrazze dotate di pozzo.

L’APPELLO PER L’EX ORFANOTROFIO BOMBINI

Da cortile Zangrilli (La Pescare) a Villa Consiglio, dal Dyrham Park a Palazzo Pasquale, dalla Fenton House all’ Orfanotrofio Bombini, «il cui silenzio è una cappa di piombo su un passato vergognoso infanzia rubata. Su quelle piccole vite distrutte delle orfanelle, è calato un vuoto che sa di morte. Il Bombini attende altri Monuments men e altre Monuments ladies pronti a ricoprirlo e riscattarlo da un passato di vergogna fatto di arte e di cultura».  

L’augurio della Di Gregorio è che «come accadde per il Teatro Garibaldi, che riuscimmo a non trasformare in banca, così accada per l’ex orfanotrofio di via San Lorenzo. Lo possaitn_IMG_3367mo ancora salvare».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 30 marzo 2015