Un caffè scorretto | Ad un passo dalla scissione dem, i preparativi locali al traghettamento

Un caffé scorretto // Scritto da Domenico Di Luzio // 20 febbraio 2017

Un caffè scorretto | Ad un passo dalla scissione dem, i preparativi locali al traghettamento


narchetta ponte via fondo noce

Credibili intercettazioni dal flusso di pensiero della minoranza del PD (a cura di Serena Ferrara)

«Abbiamo dovuto aspettare un anno dal tesseramento per fare di Bisceglie una grande casa del PD e, mentre nell’attesa di tagliare il mazzo scartavamo i jolly e ripassavamo le regole del Macchiavelli, qualcuno, queste regole, le riscriveva.

Matteo se ne è andato, di sicuro non ritorna più.

Pertanto le carte vanno mischiate di nuovo, si riparte da zero. Contro la volontà degli elettori, dei tesserati storici e di quelli nuovi, dei dem che non sapevano manco di essere invitati al tavolo da gioco e di quelli che i casinò non li hanno sopportati mai, c’è da ricomporre le squadre, quelle che non avremmo voluto cambiare mai.

E allora, dai, tutti in maggioranza al consiglio comunale. Che poi è come dire tutti in minoranza con Michele. Anzi no, è diverso, diverso da morire, anche se qualcuno ci prova a fare paragoni. Ma dobbiamo scegliere una strada, perché l’incrocio che prima non c’era, ci si è materializzato sotto i piedi. Piedi di statua, inamovibili. Eppure presto saremo altrove, imbracati e costretti di peso a tagliare un guado creato laddove la terra era ferma, solo un po’ troppo fragile.

Ci hanno messo pure la barchetta come quella di Caronte, davanti al ponte di via Fondo Noce. Ed in effetti serve a scongiurare allagamenti oppure al salvataggio degli automobilisti che in caso di pioggia si dimostrano imprudenti.

Lei, gialla come il sole, ha già la strada spianata fino all’imbocco del sottopasso. Poi alla salita successiva, che è più pendente della discesa, ci penserà qualcuno. Stiamo a vedere.

Sappiate che l’hanno rubata la prima sera dell’installazione. E che porta jella seriamente…»




Un caffé scorretto // Scritto da Domenico Di Luzio // 20 febbraio 2017