Turismo transfrontaliero Italia – Grecia: due realtà biscegliesi volano a Corfù con C.E.T.A.

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 6 marzo 2015

Turismo transfrontaliero Italia – Grecia: due realtà biscegliesi volano a Corfù con C.E.T.A.


11025472_10206574747626355_642361401_o

Un momento dell’incontro

Creare un itinerario che unisca le eccellenze pugliesi a quelle delle isole ioniche della Grecia; quindi offrire il “pacchetto mediterraneo” Puglia + Grecia ai mercati nord europei.
E’ questo il sunto del Progetto C.E.T.A. (“Cross border Electronic exchange for the Tourism business Accomodation units: information services to match offer and demand”), promosso dalla Camera di Commercio di Bari (lead partner attraverso l’AICAI), dall’ Agenzia di Sviluppo Regionale “InnovaPuglia”,  Camera di Commercio di Corfù e Ionian University.
Finanziato con i fondi del Programma Europeo di Cooperazione Territoriale Grecia–Italia 2007-2013, CETA è un viaggio “esperenziale” fuori dai soliti giri, una vetrina web per il turismo extra-alberghiero, in Puglia e nelle isole ioniche.

11042151_10206574746506327_887339309_n

Foto di gruppo per i partecipanti

Tra le fila degli operatori italiani che hanno partecipato al progetto, sono state inserite anche due realtà biscegliesi: l’Agenzia viaggi Colangelo Tour & Travel e l’Ufficio IAT di Bisceglie, appena reduci dalla due giorni di accoglienza agli operatori greci in Puglia, che ha fatto seguito all’Educational tenutosi a Corfù (Grecia).
Nell’ambito dell’iniziativa l’agenzia Colangelo ha proposto un proprio tour nel nord barese, in collaborazione con l’Ufficio IAT, che si occuperà dei servizi di accoglienza per i futuri potenziali turisti.
Obiettivo: far conoscere al grande pubblico l’offerta turistica di nicchia del territorio, costituita da strutture di piccole dimensioni, bed & breakfast e agriturismi, appartamenti e studios, resorts e camping non ancora inseriti nei canali di vendita/acquisto delle agenzie di viaggio e dei tour operator.

A questo turismo extralberghiero, di matrice sostenibile, estremamente interessante ma assai frammentato e spesso poco conosciuto il progetto Ceta darà un’organizzazione di rete, per facilitare l’incontro fra domanda e offerta in Puglia e nelle isole joniche.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 6 marzo 2015