Tribunale del malato: «Niente farmaci dall’ospedale di Bisceglie»

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 31 dicembre 2016

Tribunale del malato:  «Niente farmaci dall’ospedale di Bisceglie»

Anziani a rischio. Lettera a Michele Emiliano

I biscegliesi sono costretti a recarsi a Trani, presso l’ex ospedaletto. Per ottenere farmaci indispensabili per la propria salute, a seguito della sospensione del servizio, i cittadini non possono più rivolgersi alla farmacia del Vittorio Emanuele II.

L’inspiegabile avviso affisso all’esterno dei locali ha mobilitato la segreteria di Bisceglie del “Tribunale per la tutela dei diritti del cittadino, del malato” , che, minacciando azioni ulteriori a difesa dei cittadini, ha scritto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al direttore generale della Asl Bat Ottavio Narracci, al direttore sanitario della Asl Bat Vito Campanile, al sindaco di Bisceglie Francesco Spina, e al presidente nazionale del “Tribunale per la tutela dei diritti del cittadino, del malato” Diego Romano Rana.

L’attenzione è puntata in particolar modo agli anziani che: «Molto spesso non avendo mezzi per recarsi a Trani o non potendo delegare altri al ritiro dei farmaci, potrebbero essere costretti a sospendere la terapia. L’eventuale distribuzione domiciliare di farmaci, alternativa ad un sevizio molto più complesso – spiegano –  sicuramente non riuscirà a coprire il bisogno di tutti gli utenti e sarà inevitabile causa di sofferenza fisica e psichica per tanti ammalati.  Si ritiene che non sia possibile lasciare una città di circa 55mila abitanti senza questo servizio. Un disagio di tale portata non può non essere letto come mancanza di tutela dei diritti di ogni malato e di ogni cittadino, e pertanto, si chiede l’immediato ripristino del  servizio. In attesa di una risposta esauriente e tempestiva, ci si riserva ogni altra azione a tutela del diritto della salute di tutti i cittadini sofferenti».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 31 dicembre 2016