TOTO-SINDACO, SI PROFILANO 5 CANDIDATI

Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 28 febbraio 2013

TOTO-SINDACO, SI PROFILANO 5 CANDIDATI


comunali 2013 totosindacoE’ ufficiale. Tra poche ore si dimette il Papa.

Dopo questa poco-news, effettivamente unica notizia certa nel panorama burrascoso dell’Italia del post-voto, parte la corsa alle amministrative del prossimo maggio.

Se dovesse essere una corsa di cavalli, avremmo già imbrigliato il centro con il suo fantino Francesco Spina: l’avvocato ex-sindaco, ha rispolverato alcune liste che lo sostenevano e ha già accusato di alto tradimento (ripetuto a limite umano consentito, manco si trattasse di lesa maestà) il centrodestra locale, in particolare nelle persone del Sen. Amoruso, dell’On. Silvestris e dei fratelli Casella; le vittime della casellite, morbo sembra non contagioso nelle sue fila (almeno per ora), non rimangono a guardare e preparano il contrattacco.

Tornando però all’ex primo cittadino è bello notare come il monocolorato e tanto unito gruppo di Scelta Civica si sia dissolto in un’orrenda (a parer mio) operazione di sparnuzzamento delle liste: il gioco è sempre lo stesso, candidando tanti cittadini nella speranza che portino ciascuno qualche decina di voti per la lista (e il candidato sindaco). Tuttavia gli ignari riempi-lista non rammenteranno cosa è successo nella scorsa tornata elettorale: la loro presenza infatti serviva a far eleggere solo il capolista. E così rispuntano liste civiche come “I biscegliesi” (detta “partito della cirasa” visto il simbolo della ciliegia che campa nel cerchio) – per Pompeo Camero -, Movimento Politico per Bisceglie – per Rachele Barra -, Bisceglie che vogliamo – per Giovanni Abascià -, Bisceglie d’amare – per Vincenzo Valente -. Spuntano anche i tre di “Noi Riformatori“, ex-PDL ed ex-Scelta Civica, Fata, Di Pierro e Pedone. Ripeto: l’operazione mi sembra chiara, io avrei preferito una dignità politica diversa.

Il centrodestra per ora parrebbe correre con tre cavalli-motore: il PdL dovrebbe trainare il tutto, scortato dalla DC e dalla Puglia Prima di Tutto. Di questa coalizione, che sicuramente ha la maggioranza di voti tra i partiti, non convince il candidato: anche se non ancora ufficializzato, Gianni Casella parrebbe il favorito, ma molti sperano che esca dal PdL il vero cavallo di battaglia, confidando in una candidatura dell’eurodeputato Silvestris.

L’incognita 5 stelle aleggia però sui resti dei partiti: non si sa il candidato, ma di certo si presenterà con un’unica lista. Vista l’ottima performance ottenuta alle politiche (voti che non dovrebbero disperdersi in questa tornata elettorale) è uno dei tre candidati al ballottaggio, assieme a Spina e al candidato del centrodestra.

Il centrosinistra sembra alzare invece la bandiera bianca: infatti se Napoletano vuole correre per la sesta volta (seguito forse da alcuni partiti), il PD locale (e probabilmente anche SEL) pare che non ne vogliano sapere di una nuova amministrazione a trazione rossa, puntando verso un’alternativa simile all’alleanza in Parlamento; a titolo di cronaca, molti ritengono probabile un implicito sostegno a Spina. Il circolo dell’Italia dei Valori rimarrebbe fuori dai giochi, poiché non piace (per usare un eufemismo) al resto del centrosinistra. Correranno da soli?

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 28 febbraio 2013
  • Mimì Capurso

    Vedrei benissimo un candidato sindaco donna, giovane donna. Beh, nei partiti di destra , di sinistra e di centro sono presenti ragazze sveglie, colte. Tanto per essere chiari: Alessandra Luccarelli( Comunisti di via Cialdini), Maria Rita Gentile(PdL), Silvia La Franceschina ( Sinistra Ecologia Libertà. Nel Centro? Non mi viene in mente nessun nome , ma di sicuro ci sono.

  • Gianpaolo Santoro

    A mio avviso, ma faccio fantapolitica (o forse no…) Sergio Silvestris è candidato Presidente della Regione. Gianni Casella lo stanno “bruciando” per poi far uscire Angelo Consiglio. Il PD con l’aiuto dell’Idv potrebbero trovare la quadra su Cozzoli (dato che le elezioni regionali verranno sicuramente dopo quelle del Comune). Napoletano oramai è fortemente ridimensionato. Spina, questa volta, non potrà contare sul PDL e la Puglia Prima di Tutto e sostituisce con liste unipersonali: se riescono a trovare 24 cittadini a digiuno di politica che portino acqua, forse ha una speranza di arrivare al ballottaggio. Auguri.

  • gianluca landriscina

    Se sono questi 3 i candidati, non lamentiamoci poi che il paese và a rotoli…