Tornano le Sentinelle in piedi: l’11 ottobre in piazza

Attualità // Scritto da Mimi Capurso // 4 ottobre 2015

Tornano le Sentinelle in piedi: l’11 ottobre in piazza


Domenica 11 ottobre,  tornano le sentinelle in piedi, per continuare a «testimoniare nello spazio pubblico il Sì alla famiglia e al diritto di ogni bambino ad una madre e a un padre».

«Il testo sulle cosiddette “unioni civili”, conosciuto come ddl Cirinnà, dal nome della relatrice e prima firmataria del testo, Monica Cirinnà senatrice del Pd – spiegano gli organizzatori del movimento – equipara le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio, apre all’adozione con l’istituto della stepchild adoption e soprattutto spiana la strada per l’abominevole pratica dell’utero in affitto, per cui un bimbo può essere “prodotto” per essere destinato a crescere da due adulti che non possono procreare e per questo viene strappato ai suoi legami biologici. Il provvedimento sulle “unioni civili”, dunque, di civile non ha nulla, poiché prevede che il bambino sia considerato come un oggetto e inoltre, come la stessa Cirinnà ha affermato, il ddl costituisce “un passo iniziale verso lo scardinamento, che già esiste nella nostra società, della famiglia tradizionale”. Ma l’ostruzionismo parlamentare insieme ad un’enorme mobilitazione di popolo ha fatto in modo che il testo si impantanasse e slittasse a data da destinarsi».

La rete costruita in tutta Italia lo scorso 20 giugno, a Roma, in occasione della grande mobilitazione organizzata dal “Comitato difendiamo i nostri figli”, ha già portato un milione di persone in piazza. Per tutta l’estate in molte città le Sentinelle hanno continuato a vegliare e veglieranno ancora con i cittadini  a Bisceglie domenica 11 ottobre, in piazza S. Francesco a partire dalle ore 18.30.




Attualità // Scritto da Mimi Capurso // 4 ottobre 2015