Terremoto nel centro Italia: biscegliesi spalancano le porte di casa per offrire ospitalità ai superstiti

Cronaca // Scritto da Serena Ferrara // 25 agosto 2016

Terremoto nel centro Italia: biscegliesi spalancano le porte di casa per offrire ospitalità ai superstiti

Meraviglioso abbraccio solidale a distanza dei cittadini, che partecipano al dolore delle città coinvolte

Al momento si contano 247 vite spezzate – 190 nel rietino e 57 nell’ascolano – e 370 feriti, ma il numero delle vittime è ancora destinato a salire.

Si scava ancora tra le macerie ad Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto, le città più colpite dallo sciame sismico che nella notte tra il 23 e il 24 agosto ha interrotto i sonni e i sogni di residenti e turisti del centro Italia.

Oltre 200 le scosse a cavallo fra Lazio, Umbria e Marche- l’ultima, di magnitudo 4.5 alle 5.15 del mattino del 25 agosto, con epicentro ad Arquata – che hanno sconvolto, senza preavviso, l’intera penisola.

E mentre già si pensa ai lavori per la ricostruzione integrale dei borghi, tutta la Penisola trema. Non si dorme per l’ansia, la paura, il dolore e l’impotenza, provocati da una tragedia difficilmente evitabile.

Per gli scampati sono pronte numerose tendopoli, in grado di offrire un rifugio temporaneo.

Mentre si attende che hotel e b&b di tutta Italia manifestino la propria solidarietà nei confronti dei sopravvissuti, è dal basso, dai comuni cittadini, che arrivano i primi concreti segnali di compartecipazione.

Da Bisceglie, sono già diversi i privati che su Facebook hanno contattato le istituzioni dei comuni colpiti, manifestando la volontà di condividere le proprie case con chiunque oggi, dopo il sisma, non abbia un tetto.

Hanno contattato il numero della prefettura di Rieti 07462991, attivo h24, per offrire la propria disponibilità e a breve riceveranno notizie.

Ora invitano il resto della popolazione a fare altrettanto: chiunque abbia un posto letto in più, potrà così contribuire all’operazione salvataggio.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cronaca // Scritto da Serena Ferrara // 25 agosto 2016