Terremoto, mister Sergio Pirozzi lascia la panchina del Trastevere. È il sindaco di Amatrice

Sport // Scritto da Vito Troilo // 25 agosto 2016

Terremoto, mister Sergio Pirozzi lascia la panchina del Trastevere. È il sindaco di Amatrice

«Non posso più fare l’allenatore. Devo stare vicino alla mia comunità e allenare la mia gente»

«Non posso più fare l’allenatore. Devo stare vicino alla mia comunità e allenare la mia gente».

Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, si è dimesso dall’incarico di allenatore del Trastevere, formazione neopromossa che parteciperà al prossimo campionato di Serie D ed è stata inserita nel girone H col Bisceglie. Una scelta compiuta con cuore e senso di responsabilità.

Guidare una squadra di calcio nel massimo torneo dilettantistico nazionale è un punto focale per la carriera di qualsiasi tecnico ma mister Pirozzi non ha esitato un attimo e già nel pomeriggio di mercoledì 24 agosto ha comunicato la sua decisione: è troppo importante, per una cittadina quasi completamente distrutta da un evento così catastrofico, poter contare su un sindaco a tempo pieno. Migliaia, sul web, gli attestati di stima nei confronti di Sergio Pirozzi dal mondo del calcio.

AGGIORNAMENTO
Giovedì pomeriggio il Trastevere Calcio ha precisato che l’allenatore della prima squadra, al momento, resterà Pirozzi, che sarà sostituito dal suo vice per un arco di tempo non ancora stabilito.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 25 agosto 2016