TARIFFE TARI 2017: crescono le aliquote, mantenute tutte le agevolazioni

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 24 marzo 2017

TARIFFE TARI 2017: crescono le aliquote, mantenute tutte le agevolazioni

Sconti da quest’anno anche per chi adotta una compostiera

Che gli aumenti ci sarebbero stati era indiscusso, causa costi lievitati del servizio igiene urbana. Il Comune paga 1.400.000 euro in più, secondo i calcoli di Angelantonio Angarano, 600.000 secondo quanto stimano altri consiglieri all’opposizione. Sta di fatto che si ripercuotono sui cittadini e sulle bollette, anche perché i comuni non ricevono più da tempo alcun sostegno dallo Stato per coprire i costi di gestione della quotidiana pulizia della città.

Le nuove tariffe della tassa sulla spazzatura (TARI) ricadranno su famiglie e gestori di attività produttive già a partire dall’anno in corso.

Per le utenze domestiche, al netto di tutte le agevolazioni previste dal Regolamento TARI 2017, la quota fissa varierà  tra gli 1,35 euro/mq per famiglie monocomponente (contro gli 1,17 euro del 2016) a gli 1,77 euro/mq per famiglie con più di 6 componenti, mentre quella variabile 153 euro per chi vive solo (quasi il doppio degli 88,09 euro del 2016) e i 353,68 euro a componente delle famiglie numerose (che subiscono gli aumenti più contenuti, con appena 1 euro pro capite).

Le sei tariffe fisse e le sei tariffe variabili, calcolate secondo il metodo normalizzato, aumenteranno così come votato in consiglio comunale il 23 marzo e così come riportato di seguito:

TARI utenzedomestiche

Al rialzo anche tutte le tariffe per le utenze non domestiche, da pochi centesimi a quasi sei auro in più al mq per la parte fissa (i maggiori rialzi riguardano le utenze alimentari) e quattro euro in più per la parte variabile. Le trenta categorie indivuate da decreto legge, cui se ne aggiungono quattro per utenze giornaliere, dovranno pagare così come riportato nella seguente tabella:

tari utenzenonodomestiche

QUANDO PAGARE

Quattro, le rate per il pagamento della tassa sui rifiuti previste dal regolamento TARI 2017: 31 maggio, 31 luglio, 30 settembre, 30 novembre. Si potrà però versare l’importo di tutta la tariffa in unica soluzione anche entro il 31 luglio.

AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI

Confermate, dal regolamento TARI 2017, tutte le agevolazioni già previste nel 2016, cui si aggiunge l’agevolazione del 10% sull’importo totale della tariffa per chiunque abbia avviato un sistema di raccolta dell’organico tramite compostiera. Per comunicare al comune l’adozione del compostaggio domestico e ottenere l’agevolazione (valida solo per chi si procuri una compositera entro il 30 giugno), sarà necessario presentare una istanza scritta, che attesti il possesso di un giardino, l’acquisto di una compostiera di non meno di 250 litri di capacità e che autorizzi controlli da parte del gestore dell’igiene urbana.

Per le famiglie a basso reddito, sono confermate le agevolazioni (che si applicano solo sulla quota variabile del tributo) previste per l’anno solare 2016 e rapportate alle capacità contributive della famiglia. Le riduzioni, che vanno dal 20 al 70%, per scaglioni ISEE sono quelle riportate in basso.

SCAGLIONI ISEE (% massima  riduzione della quota variabile del tributo)
da 0 a 2.000             70%
da 2.001 a 3.000      65%
da 3.001 a 4.000      60%
da 4.001 a 5.000      55%
da 5.001 a 6.000      50%
da 6.001 a 7.000      45%
da 7.001 a 8.000      40%
da 8.001 a 9.000      35%
da 9.001 a 10.000    30%
da 10.001 a 11.000  25%
da 11.001 a 12.000  20%

Gli aventi diritto ai quali non risulta applicata alcuna riduzione nell’avviso di pagamento TARI 2016 dovranno fare richiesta di modello ISEE entro il 31/07/2017 e rivolgersi presso l’Ufficio Fiscalità Locale.

Previste anche riduzioni per le abitazioni per uso stagionale (10%), per i fabbricati rurali ad uso abitativo (20%), per i residenti nel centro storico (Via S. Domenico – Strada Caldaia – Via Lamaveta – Via Maestro M. Albrizio – tratto Pendio S. Matteo – Vicolo La Pergola – Arco Angarano – Strada Ospedale – Vico La Rosa – Vico Palumbo – Strada Le Monache – Arco Molignano – Via S. Domenico, 30%), per le attività agricole e florovivaistiche che adottano il compostaggio aerobico individuale (10%) e per “inferiori livelli di prestazione”, nel caso in cui l’utenza disti dal punto di raccolta più di 1.000 mt lineari (60%). Chi adotterà un cane randagio, infine, come nel 2016, potrà chiedere una riduzione sulla quota fissa relativa all’abitazione di residenza, del 70% dell’importo totale.  In caso di nuclei familiari composti da unica persona invalida al 100% e con ISEE entro i 12.000 euro, il tributo dovuto per l’abitazione è ridotto, per la sola quota variabile, nella misura dell’80%.

Per le utenze non domestiche, confermata l’esenzione totale agli occupanti di attività commerciali affacciate sul porto turistico (Via Nazario Sauro e Via La Spiaggia, lato terra), e le riduzioni per tutte le attività che ricadono in strade precluse al traffico per opere pubbliche (30%), per bar e altri locali che dismettono e si impegnano a non ripristinare slot machines per cinque anni (30%), per tutti i soggetti che dimostreranno di aver acquistato e installato apparecchi di videosorveglianza (30%).

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 24 marzo 2017