Taranto, la nuova sede dell’Universitas Mercatorum sceglie Sergio Ricchitelli

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 24 febbraio 2017

Taranto, la nuova sede dell’Universitas Mercatorum sceglie Sergio Ricchitelli


Una università innovativa. Si definisce la prima “Startup University tutta italiana” ed è in effetti la prima istituzione universitaria frutto di una partnership pubblico-privata che nasce con l’obiettivo preciso di assumere la leadership nella formazione delle imprese.

L’Universitas Mercatorum, che in Puglia ha già una sua sede a Bari, apre le porte anche a Taranto, dove il 24 febbraio sarà inaugurata una nuova sede d’esame. Le attività didattiche saranno invece tutte online. Il “metodo Mercatorum” prevede difatti l’alternanza di attività didattiche on line (learn) e lavoro (Act), in collegamento diretto con le imprese italiane ed estere tramite il network delle Camere di Commercio.

All’inaugurazione della sede tarantina parteciperà anche Sergio Ricchitelli, l’autore biscegliese dell’innovativo manuale di Diritto Internazionale Penale “Fondamenti di Diritto Internazionale Penale: le ragioni di una nuova disciplina giuridica”. Si tratta dell’ennesima conferma che l’attenzione nei confronti dell’ultima fatica letteraria dell’ispettore della Guardia di Finanza è ogni giorno crescente. Per questo lavoro, con cui auspica la nascita della nuova disciplina giuridica, Ricchitelli ha già ottenuto l’interesse di tutte le comunità accademiche pugliesi. È già stato per questo coinvolto nell’organizzazione didattica di più di un master universitario di prossima attivazione.

Il sogno di Ricchitelli resta però quello espresso nel libro: la creazione di una vera e propria cattedra dedicata alla disciplina giuridica di nuovo conio (il DIPE, diritto internazionale penale).

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 24 febbraio 2017