Storia a Santa Margherita: l’affascinante avventura di una restauratrice Biscegliese a Ravenna

Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 30 aprile 2016

Storia a Santa Margherita: l’affascinante avventura di una restauratrice Biscegliese a Ravenna


La basilica su cui ha lavorato, anni or sono, è quella nota di San Vitale a Ravenna. Uno dei più noti e visitati luoghi di culto cattolici al mondo, esemplare capolavoro di arte paleocristiana e bizantina. Gli sfarzosi musei studiati in ogni angolo del mondo, finirono per essere oggetto di studio e recupero da parte della restauratrice biscegliese Maria Luisa  De Toma, quando ancora frequentava la scuola internazionale studi d’arte del mosaico e dell’ affresco di Ravenna.

Anni dopo la laurea, il suo approfondito lavoro di tesi, è diventato oggetto dell’ incontro divulgativo del 29 aprile, inserito nella rassegna a cura dell’Associazione del Centro di Studi Normanno-Svevi, della Delegazione FAI di Andria Barletta Trani e dell’associazione Santa Margherita, con il patrocinio del Comune di Bisceglie, ideata in sostegno alla campagna “Medioevo negato”, che sostiene il 5xMille  alla ricerca storica (ISIME).

Oggetto del restauro, fu la testina di un piccolo angelo, staccata dalla volta della basilica nel lontano 1885, causa pericolo di crollo. In assenza di documenti storici di alcuna natura, la restauratrice ancora studentessa fu costretta a mesi di lavoro d’archivio, seguiti da congetture, ricostruzioni storiche e studi biblici approfonditi. Scoprì così che era possibile rileggere nella volta una delle Profezie di Ezechiele. Le indagini diagnostiche, tra cui una TAC con cui ha ricostruito tutta la storia di ogni singola tessera del cherubino assegnatole, oltre a scansioni laser 3D, difrattometria e analisi termica, conseintirono di datare il frammento musivo e mettere a punto un progetto di restauro di cui la Ravenna accademica parla ancora.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 30 aprile 2016