Storia a Santa Margherita, la lectio magistralis di Massimo Miglio

Cultura // Scritto da Cristina Giovenale // 12 febbraio 2016

Storia a Santa Margherita, la lectio magistralis di Massimo Miglio

Incontri del Fai, quarto incontro con la rassegna nella chiesetta medievale
12695155_10208975506252736_482155035_o

Santa Margherita, l’intervento del professor Massimo Miglio

Ma la storia è davvero maestra di vita? É ancora utile studiare la storia? A questi interrogativi ha fornito risposta, giovedì 11 febbraio, Massimo Miglio presidente dell’ISIME- istituto storico italiano per il medioevo, relatore dell’incontro «Storia e storici oggi» presso la chiesa di Santa Margherita. Nel quarto appuntamento della rassegna storia a Santa Margherita, Sergio Chiaffarata, presidente dell’associazione del centro di studi normanno-svevi ha presentato e dialogato con Miglio.

Miglio ha fornito una panoramica sull’odierna indagine storica, smentendo il più comune tra i luoghi comuni, relativo alla “storia maestra di vita”. «Svolgere un’indagine storica oggi, significa doversi interfacciare con una varietà di fonti spaziando da video e immagini che ci consentono di ricostruire e comprendere la società di un passato lontano. Alle spalle abbiamo più di duemila anni di storia, ma non è vero che è maestra di vita, perché gli errori e le situazioni che si ripresentano, sono meccanismi che in qualche modo si ripetono»

E ancora, un commento sulla conservazione della memoria: «Assistiamo ad una cancellazione della memoria, quando i talebani distruggono le statue dei buddha, Palmira viene bombardata e Khaled al Asaad ucciso dall’ISIS; ma distruggiamo la nostra memoria anche quando veliamo le statue al Campidoglio perché veliamo la nostra identità. Per far comprendere la storia è necessario cambiare il modo di scrivere da parte degli specialisti, non rivolgersi esclusivamente agli studiosi ma rivolgersi a tutti evitando i tecnicismi» ha concluso Miglio.

L’evento, che rientra tra gli Incontri del Fai, è stato realizzato grazie all’impegno congiunto di Centro di studi normanno-svevi, delegazione FAI di Andria Barletta Trani  e Associazione Santa Margherita, con il patrocinio del Comune di Bisceglie e la sponsorizzazione del Nicotel.

Cristina Giovenale

Chi è Cristina Giovenale

Giornalista pubblicista dal 2009, laureata con lode in Filologia Moderna collabora con Biscegliendiretta dal 2006. Ha lavorato come giornalista per l'ATS-agenzia telegrafica Svizzera e per l'ufficio stampa dell'ambasciata d'Italia a Berna. Ha anche collaborato con il Corriere del Mezzogiorno, dorso pugliese del Corriere della sera.




Cultura // Scritto da Cristina Giovenale // 12 febbraio 2016