“Stop all’austerità”, appello della Cgil Bat per sottoscrivere i quattro referendum sul Fiscal Compact

Economia / Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 settembre 2014

“Stop all’austerità”, appello della Cgil Bat per sottoscrivere i quattro referendum sul Fiscal Compact


La Cgil Bat fa appello ai cittadini della sesta provincia affinché non facciano mancare il loro sostegno alla sottoscrizione dei quattro quesiti referendari del comitato promotore “Stop all’austerità”, inerenti la modifica delle leggi sul Fiscal Compact. Partita all’inizio di luglio, la mobilitazione proseguirà fino a metà settembre in tutti i comuni della Bat presso le cui sedi è possibile recarsi, se non lo si è ancora fatto, «per sottolineare lo “stop all’austerità” ed avviare una grande “battaglia” contro la recessione» ribadisce la Cgil Bat in una nota.

«Firmando per la campagna diciamo “Sì alla fine dell’austerità, sì all’Europa del lavoro e di un nuovo sviluppo. Le politiche dei tagli indiscriminati hanno solo raddoppiato la disoccupazione e l’assenza di investimenti per il futuro del mondo imprenditoriale, unita all’insostenibile aumento della pressione fiscale, hanno causato la diminuzione della ricchezza nazionale, peggiorato i conti pubblici e fatto chiudere tre milioni di imprese» analizza il segretario della Cgil Bat Luigi Antonucci.

I quattro referendum hanno per oggetto alcune disposizioni della legge 243 del 2012 che dà attuazione al principio di equilibrio del bilancio pubblico, introdotto nella Costituzione con la legge costituzionale n.1 del 2012. Con i quattro “sì” si intendono abrogare i passaggi della citata norma che impongono vincoli aggiuntivi rispetto alle norme europee ed al Fiscal Compact e, pertanto, potranno aprire la strada ad una rivisitazione complessiva delle politiche macroeconomiche europee.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Economia / Politica // Scritto da Vito Troilo // 9 settembre 2014