Stop al femminicidio: torna la campagna Fidapa “posto occupato”

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 novembre 2016

Stop al femminicidio: torna la campagna Fidapa “posto occupato”

Un gesto immediato per ricordare le vittime di violenza, affinché la quotidianità non sommerga il loro ricordo

posto-occupato
Stop al femminicidio. Lo dicono con un gesto concreto, le donne della FIDAPA di Bisceglie, che tornano a promuovere la campagna “posto occupato”, per ribellarsi silenziosamente all’orrore delle 116 donne uccise dall’inizio del 2016.
C’è una Mariagrazia Cutrone che perde la vita ogni tre giorni, vittima dell’amore prepotente di qualche uomo a metà.

Un vero bollettino di guerra. Una situazione allarmante che sottolinea come la violenza sulle donne sia purtroppo un problema di natura culturale, riguardante indistintamente tutte le fasce sociali. Il corpo femminile è considerato come un oggetto a disposizione, una proprietà!
Le donne uccise hanno il volto di Sara, una giovane studentessa romana bruciata viva dal suo ex fidanzato, incapace di rassegnarsi alla fine della loro storia d’amore; di Gloria, vittima di un finto amore, prima truffata poi uccisa; di Elena, Federica, Marina, Anna e tante altre ancora.
La Fidapa BPW Italy sezione di Bisceglie a partire da novembre 2015 sostiene la campagna nazionale di Posto Occupato, iniziativa che nasce dal dolore derivante dall’ennesima donna uccisa.

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto ponesse fine alla sua vita, occupava un posto in teatro, sul tram, a scuola, nella società.
In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne in diverse attività commerciali del centro cittadino sono state affisse le locandine di Posto Occupato. È un gesto immediato per ricordare le vittime di violenza, affinché la quotidianità non sommerga il loro ricordo.
L’iniziativa sarà ripetuta in modo capillare il prossimo marzo.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 26 novembre 2016