SPORTILIA-CORATO 3-1 | Quarta affermazione stagionale per le biancazzurre

Sport // Scritto da Graziana Ciccolella // 5 dicembre 2015

SPORTILIA-CORATO 3-1 | Quarta affermazione stagionale per le biancazzurre


Emilia Gorgoglione e compagne si sono imposte in quattro set

Sportilia Bisceglie-Polis Corato 3-1

Sportilia Bisceglie: De Palo, Todisco (libero), Haliti, Parisi, Gorgoglione, Mazzeo, Antonella Piarulli, D’ambrosio, Arianna Losciale, Piera Losciale, Simone, Lionetti. Allenatore: Nicola Nuzzi.
Polis Corato: De Palma, Doronzo, Fumarola, Gabriele, Martino, Papagno, Miriana Piarulli, Picaro (libero), Roselli, Salviola. Allenatore: Fabio Addati.
Arbitri: Magno, De Nicola.
Parziali: 25-15; 27-25; 22-25; 25-14 per un ora e quaranta minuti complessivi di gioco.

Quarto successo stagionale per Sportilia che sul parquet del PalaDolmen ha piegato la Polis Corato in quattro set, salendo a quota 13 punti in classifica nel girone A del massimo campionato regionale. Mister Nicola Nuzzi ha schierato in campo Losciale, De Palo, Lionetti, Simone, Gorgoglione e Piarulli col libero Todisco, lasciando fuori dal sestetto iniziale Ester Haliti.

La partita è cominciata con un punto a sfavore delle biancazzurre, che però non si sono lasciate intimidire imponendo la loro superiorità sulle avversarie fin dall’inizio. Le schiacciate di Emilia Gorgoglione per il 5-1 e poi ancora per l’8-2 hanno evidenziato i problemi in fase difensiva del Corato, che ha totalizzato solo quattro punti prima del timeout tecnico. Le coratine hanno cercato di reagire col muro di Gabriele e la schiacciata di Doronzo (15-8). La concentrazione che aveva caratterizzato le biscegliesi nei primi minuti di gioco è andata perduta; molteplici gli errori commessi dalle padrone di casa sia in attacco che in difesa, che tuttavia non stati sfruttati a dovere dalla Polis Corato. Un ace di Lucrezia Simone ha chiuso il primo set sul 25-15.

Il vantaggio avversario nello scorcio iniziale della seconda frazione di gioco (4-8 con una schiacciata di Doronzo) ha costretto coach Nuzzi a chiamare timeout. Il team ospite ha raggiunto il massimo vantaggio sul 6-11. Prepotente rientro di Sportilia (11-11), prologo di una segmento conclusivo punto a punto. Antonella Piarulli prima (20-17), Federica Lionetti poi (22-18) hanno provato l’allungo, rintuzzato dal Corato che si è arreso ai vantaggi (muri vincenti di Gorgoglione e Piarulli).

Riscatto neroverde nel terzo parziale. Nonostante l’ingresso in campo di Ester Haliti, la formazione di Fabio Addati ha provato a riaprire il discorso. L’altalenante performance del club di casa ha permesso alle avversarie di portarsi in vantaggio sin dai primi minuti. Muro di Piarulli per il 7-13, poi però palla sul nastro ed errore di Haliti (palla fuori per il 10-14). Ci ha pensato Lucrezia Simone a riaccendere gli spalti del PalaDolmen con una schiacciata per il 13-15, seguita dal muro di Piarulli che ha dato a Sportilia la giusta carica per portarsi alla pari sul 20-20 ma non per vincere il set. Il muro di Picaro (20-21) e l’errore di Lionetti hanno permesso al Corato di chiudere il set con l’ex di turno Gabriele.

Quarto periodo iniziato col netto vantaggio di Sportilia, decisa a cancellare gli sbagli commessi nella frazione precedente. Le biancazzurre hanno segnato un distacco di nove punti con il muro di Piarulli per il 12-3. Il massimo sforzo del Corato ha prodotto il -5, ma le ragazze di Angelo Grammatica hanno inesorabilmente chiuso i conti con l’ace di Piarulli, aggiudicandosi la gara.

Prossima sfida domenica 13 dicembre al PalaAssi contro l’Aquila Azzura Trani allenata dal biscegliese Mauro Mazzola. Fischio d’inizio alle 18:30.

Graziana Ciccolella

Chi è Graziana Ciccolella

Studentessa. Appassionata di musica, libri e fotografia. Da grande, le piacerebbe diventare una giornalista.




Sport // Scritto da Graziana Ciccolella // 5 dicembre 2015