SPORT AL FEMMINILE | Euratletica e Iris tengono alto il nome di Bisceglie al Trofeo Coni

Sport // Scritto da Vito Troilo // 30 settembre 2015

SPORT AL FEMMINILE | Euratletica e Iris tengono alto il nome di Bisceglie al Trofeo Coni


I due club di atletica leggera e ginnastica ritmica hanno rappresentato la Puglia nella manifestazione che si è svolta nell’ultimo fine settimana a Lignano Sabbiadoro e in altri dieci comuni del Friuli-Venezia Giulia

Due società sportive biscegliesi, attive in campo femminile, hanno rappresentato non soltanto la città ma tutta la Puglia al Trofeo Coni in Friuli-Venezia Giulia da giovedì 24 a domenica 27 settembre: l’Euratletica e la Ginnastica Ritmica Iris, portacolori dei comitati regionali della Fidal e della Fgi. Oltre 3500 gli atleti coinvolti, tutti di età inferiore ai 14 anni, in gara per 33 differenti discipline sotto l’egida di altrettante federazioni sportive.

Le ragazze dell’Euratletica di Mara Altamura hanno gareggiato sulla pista e sulle pedane dello stadio “Teghil” di Lignano Sabbiadoro. Valeria Lacavalla, Antonella Todisco, Adriana Cosmai, Gioia Leuci, Vittoria Sannicandro e Maria Franca Mastrapasqua le atlete biscegliesi che hanno tenuto alto il vessillo pugliese durante le gare di triathlon (combinata fra 60 metri piani, lancio del peso e salto in lungo) e specialità individuali.

Le giovanissime Allieve dell’Iris (incluse in una fascia unica riservata alle nate negli anni 2003, 2004 e 2005) si sono esibite presso la palestra comunale della rinomata località marittima della provincia di Udine. Debora Di Venosa, Letizia Valente, Greta Simone, Maria Dellaquila e Federica Esposito le componenti del team, accompagnate dall’istruttrice Alessandra Sangilli, che hanno eseguito un esercizio collettivo coi cerchi alternato a una prova individuale con palla (effettuata da Debora Di Venosa).

La Puglia ha chiuso al decimo posto, con 54 punti, nella classifica generale vinta dal Piemonte (91), seguito a ruota dal Veneto (90) e dal Lazio (87). Un contributo di 2 punti è giunto dalla somma delle performances delle due squadre di atletica leggera (maschile e femminile) mentre la ginnastica ritmica non è riuscita a guadagnare fieno in cascina per la rappresentativa regionale.

Le graduatorie, in kermesse di questo tipo, non hanno alcun valore se raffrontate alla straordinarietà dell’esperienza vissuta dalle piccole atlete. Le associazioni sportive biscegliesi che si occupano di promuovere la pratica dello sport al femminile hanno ancora una volta dato segnali molto incoraggianti di vitalità. Meritano più considerazione da parte di tutti.


FOTOGALLERY

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 30 settembre 2015