Spina risponde a Vitali: «Quale onore essere nei suoi pensieri. Venga a farsi un giro a Bisceglie»

Politica // Scritto da La Redazione // 5 novembre 2015

Spina risponde a Vitali: «Quale onore essere nei suoi pensieri. Venga a farsi un giro a Bisceglie»


Il sindaco di Bisceglie e presidente della provincia Bat ribatte al duro attacco del coordinatore regionale di Forza Italia

Replica a stretto giro di Francesco Spina, sindaco di Bisceglie, al parlamentare azzurro Luigi Vitali, che in mattinata lo ha attaccato pesantemente (link all’articolo).

«Vengo a conoscenza per la prima volta, attraverso un articolo di giornale, della presenza di un coordinatore regionale di Forza Italia, tale Luigi Vitali, che non ho il piacere di conoscere personalmente, ma che ringrazio per la premura e l’attenzione che ripone nei miei riguardi.
Questo spirito filantropico, davvero insolito per un politico di lungo corso e pensionato d’oro come l’onorevole Vitali, ha sorpreso un po’ tutti i cittadini.
Non avviene spesso, infatti, che il coordinatore regionale di un partito si preoccupi del futuro personale di un sindaco di una delle tante città pugliesi, sindaco peraltro mai iscritto fortunatamente al suo partito.
Sorprende anche questa improvvisa attenzione di Vitali alle sorti della città di Bisceglie e della provincia di Barletta-Andria-Trani, atteso che nessun cittadino lo ricorda essersi mai interessato di una qualsiasi vicenda di questo territorio.
Abituato, forse, agli agi delle pensioni d’oro degli ex parlamentari, Vitali non conosce o ha dimenticato evidentemente il significato del duro lavoro di sindaco e rappresentante di enti territoriali.
Non sarà certamente mai capitato a lui di trovarsi quotidianamente gente disperata che cerca lavoro o persone indigenti che cercano interventi oggi impossibili da realizzare proprio a causa degli errori commessi da molti esponenti politici che lui si pregia di rappresentare.
In ogni caso, lo invito a farsi un giro con me nella città di Bisceglie, una città accogliente e a forte vocazione turistica, e nella provincia di Barletta-Andria-Trani per vedere le bellezze e le tante opere realizzate dalle mie amministrazioni in questi anni e per comprendere meglio le ragioni per cui gli elettori hanno preferito l’onestà e la competenza messe in campo in questi anni dalle mie amministrazioni comunali rispetto al vuoto cosmico di alcuni concittadini, come Sergio Silvestris per esempio, che lui ha scelto come responsabile organizzativo del suo partito.
Quanto al bilancio approvato dalla provincia, voglio ricordare che non si sono registrati voti contrari da parte del consiglio provinciale e che anche il consigliere provinciale di Forza Italia ha votato a favore, a testimonianza della sua utilità per garantire, tra le altre cose, assistenza specialistica scolastica per i ragazzi diversamente abili, interventi importanti per la sicurezza stradale (come la Trani-Andria) e per gli edifici scolastici del territorio (anche l’abbattimento di antipatiche barriere architettoniche).
Quanto al mio futuro politico sia certo l’onorevole Vitali che non ho mai chiesto, e non chiederò mai, di aderire a Forza Italia, essendo lontano anni luce culturalmente da quella visione politica.
Continuerò a lavorare per il territorio come ho sempre fatto con la piccola indennità di sindaco, di circa 2mila euro al mese, e senza godere dei privilegi, delle immunità e delle baby pensioni d’oro di cui l’onorevole Vitali è fortunato fruitore.
Grato per l’attenzione particolare e per la rilevanza politica ultraregionale data al sottoscritto dal suo autorevole intervento, riporgo i più cordiali saluti».




Politica // Scritto da La Redazione // 5 novembre 2015