SPINA-PD, DE SANTIS: «VALUTEREMO TUTTE LE RICHIESTE SCRUPOLOSAMENTE»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 29 gennaio 2016

SPINA-PD, DE SANTIS: «VALUTEREMO TUTTE LE RICHIESTE SCRUPOLOSAMENTE»

Parla il commissario per il tesseramento. Fra sabato e domenica tutte le istanze on line andranno perfezionate presso la sede di piazza Vittorio Emanuele

«Sabato, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 17:00 alle ore 20:00 e domenica, dalle ore 10:00 alle ore 13:00, sarà possibile perfezionare, come previsto dal regolamento, le richieste di tesseramento per il Circolo di Bisceglie del Partito Democratico effettuate on line». Lo ha detto Domenico De Santis, commissario inviato da Bari per gestire la delicata questione inerente le circa 370 domande inoltrate attraverso procedure via internet, giunto a Bisceglie nel tardo pomeriggio di giovedì per analizzare la situazione col segretario cittadino Roberta Rigante e quello provinciale Agostino Cafagna.

Nel corso di un incontro con iscritti, simpatizzanti ed esponenti del Partito Democratico sul territorio come il consigliere comunale di Margherita di Savoia Antonella Cusmai (era presente anche Fabrizio Ferrante, presidente del consiglio comunale di Trani) De Santis ha inteso fare chiarezza su alcuni aspetti inerenti il tesseramento, rispondendo a tutte le nostre domande.

La sede del Partito Democratico di piazza Vittorio Emanuele col cartello di passo carrabile n° 369: una profezia?

La sede del Partito Democratico di piazza Vittorio Emanuele col cartello di passo carrabile n° 369: una profezia?

«Il tesseramento per il 2015 è stato prorogato, su tutto il territorio nazionale, fino al 31 gennaio 2016. La nuova tessera avrà durata triennale» ha affermato il responsabile., entrando successivamente nel merito di alcuni casi specifici: «Un rapido esame dei tabulati in nostro possesso ci ha permesso di riscontrare la presenza di nominativi riconducibili a candidati delle scorse elezioni amministrative del 2013 in liste contrapposte al Partito Democratico. Se ciò dovesse essere confermato queste persone dovrebbero attendere due anni per conseguire il diritto alla tessera, secondo quanto disposto al comma 9 dell’articolo 2 del nostro statuto».

Il tram tram mediatico scatenato dalla rivelazione dell’alto numero di iscritti on line («Che non ha eguali in Italia» ha precisato l’ex sindaco Dino Cozzoli) e soprattutto la presenza nell’elenco del primo cittadino Francesco Spina, di tutti gli assessori e di quasi tutti i consiglieri comunali del gruppo di maggioranza “Democratici e Popolari”, hanno indotto i vertici regionali del Partito Democratico all’adozione di provvedimenti: «L’articolo pubblicato dall’Huffington Post non ha certo fatto bene alla nostra immagine» ha affermato Domenico De Santis.

Da sinistra Antonella Cusmai, Domenico De Santis, Mauro Lorusso, Roberta Rigante e Agostino Cafagna

Da sinistra Antonella Cusmai, Domenico De Santis, Mauro Lorusso, Roberta Rigante e Agostino Cafagna

«Bisceglie non è la “Quarto del PD” perché il nostro è un movimento politico chiaro, pulito e trasparente. Fino a prova contraria queste persone hanno legittimamente inoltrato la loro istanza di tesseramento al partito. In sinergia con la segreteria cittadina e quella provinciale abbiamo deciso di valutare le richieste pervenute da coloro che non ricoprono incarichi elettivi o istituzionali». La trattazione dei casi inerenti Spina, gli assessori e i consiglieri comunali sarà «affidata a sedi opportune e discussa da organismi di garanzia perché la questione specifica è di natura politica» ha precisato il commissario.

Unanimità di vedute su un dato di fatto: il Partito Democratico di Bisceglie non merita la “gogna mediatica” subita in queste ultime ore: «Il commissariamento del tesseramento (e non del Circolo) non è assolutamente una punizione» ha precisato il segretario cittadino Roberta Rigante, aggiungendo: «Il nostro Circolo è aperto tutto l’anno e per le procedure di tesseramento c’è stato davvero tanto tempo a disposizione. Mi sembra decisamente anomala una concentrazione così intensa di richieste on line nel giro di pochi giorni».

PD Bisceglie

Un ricordo di Enrico Berlinguer all’interno della sede biscegliese del PD

L’eventualità del tesseramento di persone con carichi penali pendenti, di cui però al momento non si ha alcuna notizia, è da escludere: «Lo vieta il nostro statuto» chiosa De Santis. Se è vero che qualsiasi istanza sul web pervenuta da candidati alle ultime elezioni amministrative di tutte le liste tranne che del PD e delle civiche collegate “Circolo dei valori” e “Bisceglie svolta” sarà respinta, non potrà accadere lo stesso nel caso di parenti di candidati.

Quante, delle manifestazioni d’intenti on line, saranno concretizzate in questo fine settimana? Ci saranno altre richieste d’iscrizione al Partito Democratico di Bisceglie attraverso il web o in modo più efficace direttamente presso la sede del Circolo? Il segretario provinciale Agostino Cafagna ha espresso la sua totale disponibilità a comunicare i dati conclusivi rimarcando che, soprattutto in comuni più piccoli, «può capitare che diverse proposte di tesseramento online non siano poi convertite per vari motivi. C’è addirittura chi crede che sia sufficiente compilare il modulo sul web per essere iscritto al Partito Democratico».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 29 gennaio 2016