SPINA: “ECCO I MIEI ESAMI TOSSICOLOGICI. ATTENDO QUELLI DEGLI ALTRI CANDIDATI”

Politica // Scritto da Vito Troilo // 22 maggio 2013

SPINA: “ECCO I MIEI ESAMI TOSSICOLOGICI. ATTENDO QUELLI DEGLI ALTRI CANDIDATI”


Certificato policlinico

Il certificato che attesta la mancata assunzione di stupefacenti di Francesco Spina

Francesco Spina risponde positivamente agli appelli lanciati a più riprese da Circolo dei valori e Forza Nuova, annunciando di essersi sottoposto a esami tossicologici che non hanno riscontrato alcuna assunzione di sostanze stupefacenti e invitando anche gli altri candidati alla carica di sindaco a fare altrettanto.

Sei mesi fa, dopo una pregevole iniziativa del circolo cittadino dell’Italia dei valori, ho ritenuto opportuno sottopormi volontariamente ad un test antidroga presso l’Istituto di medicina legale dell’Università di Bari (la massima e più autorevole autorità in materia) per comprovare, attraverso l’analisi di una ciocca di capelli,  il mancato utilizzo di sostanze stupefacenti (cocaina, spinelli, etc.) per un periodo risalente a sei mesi precedenti l’esame.

Nella circostanza promisi che avrei ripetuto l’esame tricologico se mi fossi ricandidato in qualche contesto.
Alla luce di ciò, ho recepito ed accolto positivamente l’invito di Forza Nuova, rivolto a tutti i candidati sindaco all’inizio della campagna elettorale, e venerdì 3 maggio mi sono sottoposto nuovamente al test, che ha accertato la completa assenza di sostanze stupefacenti (cocaina, spinelli, etc.) nel mio organismo fino a sei mesi prima della data dell’esame.

Chi mi conosce sa che non sono un bigotto che condanna i comportamenti personali, ma nello stesso tempo sono molto rigoroso con me stesso e soprattutto ritengo che chi rappresenta le istituzioni debba costituire una garanzia di credibilità ed autorevolezza verso la comunità rappresentata.
I cittadini possono solo immaginare cosa succederebbe se un sindaco, dedito al consumo di sostanze stupefacenti, si alzasse la mattina tardi e stordito a causa degli effetti collaterali di tali sostanze.

Chi rappresenta le istituzioni non può permettersi cambi di umore, cambi di opinione che potrebbero solamente nuocere agli interessi della città.

Pertanto, colgo l’occasione per pubblicare il certificato recente (3 maggio la data dell’esame, 10 maggio la data del rilascio) dell’Università di Bari, che attesta la mia coerente e costante prassi di vita di non far uso di sostanze stupefacenti anche in momenti di particolare stress come la campagna elettorale comunale.

Spero che tutti i candidati sindaco possano recepire l’invito delle forze politiche promotrici in questi mesi di tale iniziativa affinché tutti i cittadini, indistintamente, possano riprendere fiducia nei confronti della politica e dei rappresentanti delle istituzioni.

Noi operatori politici ed amministratori abbiamo l’obbligo di essere sempre lucidi e fedeli al giuramento verso lo Stato e verso la città che ci onoriamo di rappresentare.

Ma soprattutto abbiamo il dovere morale e pedagogico di costituire un esempio per i più giovani, che non possono neanche per un momento pensare che esistano 
rappresentanti delle istituzioni in grado di violare le regole utilizzando sostanze dopanti per raggiungere con scorciatoie illegali ed immorali i loro obiettivi.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 22 maggio 2013