Sindaco e consiglieri non ce la fanno ad aderire al PD in consiglio comunale: il capogruppo Angarano rimanda al mittente le richieste

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2016

Sindaco e consiglieri non ce la fanno ad aderire al PD in consiglio comunale: il capogruppo Angarano rimanda al mittente le richieste


Del nuovo Partito Democratico a 16 consiglieri, si è discusso fino a notte fonda, nella seduta di consiglio comunale del 25 febbraio, per giungere ad un nulla di fatto.

La maggioranza non ha superato lo scoglio dell’approvazione delle domande da parte del  capogruppo del PD in consiglio comunale, Angelantonio Angarano.

Sebbene lo statuto del Comune di Bisceglie non si esprima in merito al da farsi in caso di richieste di adesioni di un consigliere o di una intera maggioranza ad un gruppo diverso da quello di elezione, ovunque vige la regola scritta che nelle massime assisi la richiesta non si perfeziona se non c’è l’accettazione da parte del capogruppo.

Sul caso è stato chiamato ad intervenire anche il segretario generale, Angelo Francesco Lazzaro, che, in assenza di precedenti locali, ha ritenuto opportuno applicare al caso i regolamenti che vigono altrove.

Il gruppo del Pd, al momento, resta perciò composto da due consiglieri: il capogruppo Angelantonio Angarano e, dopo le dimissioni ufficiali di Francesco Boccia, dalla subentrante consigliera Roberta Rigante.

Che fine farà il gruppo unico dei “democratici e popolari” in seno al consiglio comunale, lo deciderà il segretario generale, cui il sindaco Francsco Spina ha affidato l’ingrato compito di definire i contorni della vicenda e designare un capogruppo all’interno della nuova compagine di maggioranza.

Una cosa è certa: i consiglieri di maggioranza non tornano indietro al gruppo Democratici-Popolari per Bisceglie né aderiscono ad un nuovo gruppo.

«Auspico che il segretario non faccia nessuna forzatura e che il gruppo del Pd resti formato da due componenti», ha ribadito Francesco Boccia. «In caso contrario la questione finirà in tribunale, con un ricorso al Tar, e dinanzi alla commissione di garanzia nazionale del Pd».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2016