Silvestris: «Anche il consigliere Enzo Di Pierro soffre di Silvestrite acuta»

Politica // Scritto da La Redazione // 6 novembre 2015

Silvestris: «Anche il consigliere Enzo Di Pierro soffre di Silvestrite acuta»


Dura replica di Silvestris al consigliere comunale Di Pierro

«Anche il ventriloquo politico di Spina, tale Enzo Di Pierro, soffre di Silvestrite acuta». Esordisce così Silvestris, in replica all’attacco di Enzo Di Pierro (link) nei confronti di Forza Italia, che lo aveva definito “il partito dei traditori”.

Dalla segreteria di Forza Italia, la replica è anche più dura. La riportiamo integralmente:

«Ringraziamo sinceramente il ventriloquo politico di Spina per aver dimostrato a tutti quello che noi sosteniamo da tempo: nella maggioranza comunale stanno un po’ nervosi. Ringraziamo anche Di Pierro per aver ricordato che oggi Silvestris non ha più cariche elettive e fa bene il suo lavoro di farmacista. Ma se è cosi allora, perché Di Pierro, come Spina e come tutti gli altri esternatori che si sono succeduti in queste settimane non fanno altro che parlar male di Sergio Silvestris? Tra l’altro per la foga di criticare Sergio Silvestris dicono una serie di note sciocchezze. Infatti Silvestris è l’unico politico biscegliese che non ha mai cambiato partito e che, al contrario, è sempre rimasto dalla stessa parte anche quando il suo partito cambiava nome (MSI-AN-PDL-Forza Italia). Non come certi ventriloqui passati dal MSI –AN, al gruppo GAL, a Noi Riformatori, all’NCD, al centrosinistra con Emiliano, al gruppo democratici popolari e, se non gli avessero chiuso le porte in faccia, sarebbero approdati qualche giorno fa persino al Partito Democratico pur di conservare ad ogni costo la loro poltrona. La cosa più ridicola è che sono questi saltimbanchi di professione a pensare di poter dare lezioni di coerenza a Silvestris. Ma non è tutto. Di Pierro ripete “casualmente” la stessa tiritera di tutti gli altri esternatori delle ultime settimane: lo scioglimento anticipato del consiglio comunale avvenuto due anni fa. Peccato che tra i cosiddetti tredici pugnalatori che avrebbero provocato un danno economico alla città Silvestris non c’era. C’erano però Franco Napoletano, che Di Pierro e Spina hanno eletto presidente del Consiglio Comunale, ed anche Angelantonio Angarano esponente del PD, partito in cui Spina cerca affannosamente di entrare. Dunque Di Pierro, sempre per cercare di parlar male di Silvestris, lo accusa di cose che Silvestris non ha fatto ma che hanno fatto gli attuali o gli auspicati compagni di strada di Di Pierro e Spina. Sull’argomento più gettonato dell’antipolitica DI Pierro ha preso uno scivolone. Silvestris non percepisce alcuna baby pensione. Vive della sua professione ed ogni mattina si reca al lavoro con grande serenità e grande dignità. L’augurio è che anche Di Pierro e chi non gli scrive i comunicati stampa (perché ovviamente li scrive di suo pugno) possa impegnarsi in politica con la stessa serenità e con la stessa dignità. Resta a questo punto solo un interrogativo: perché, se Silvestris è solo un bravo farmacista, tutti gli esponenti della maggioranza comunale non fanno altro che citarlo, criticarlo ed attaccarlo? Noi pensiamo di saperlo ma il bello è che grazie a loro lo stanno capendo anche gli elettori»




Politica // Scritto da La Redazione // 6 novembre 2015