Serie D, il punto dopo la 25ª giornata

Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 febbraio 2016

Serie D, il punto dopo la 25ª giornata

Sei pareggi su nove partite, turno favorevole a Nardò e Taranto che avvicinano la capolista Virtus Francavilla

Tre punti pesantissimi per le uniche tre formazioni capaci di imporsi in un 25° turno del girone H di Serie D contrassegnato da ben sei pareggi. Gli acuti di Nardò e Taranto in trasferta oltre che del Bisceglie fra le mura amiche valgono doppio, considerando i risultati degli altri incontri.

Lotta per il primato totalmente riaperta: la Virtus Francavilla capolista ha ancora una volta rimandato il ritorno alla vittoria. In vantaggio 2-1 sul Pomigliano grazie a una doppietta del bomber Picci inframezzata dal momentaneo 1-1 di Prisco, la truppa del patron Antonio Magrì (che in sala stampa ha lamentato la mancata concessione di due calci di rigore e della rete sul tiro di Biason che dopo aver colpito la traversa probabilmente ha superato la linea di porta), è stata raggiunta al quarto minuto di recupero dalla rete beffarda di Alfano, lesto a correggere in fondo al sacco un calcio piazzato di Mirko Guadalupi.

Quarto nulla di fatto consecutivo per la battistrada, sempre più tallonata dal Nardò, che ha superato il Gallipoli nel derby salentino, cominciato in ritardo per la sostituzione dell’arbitro designato, infortunatosi durante il riscaldamento. Prinari, Palmisano e Vicedomini su rigore hanno capovolto l’iniziale e sorprendente segnatura di Franzese. I granata sono a due sole lunghezze dai messapici mentre si fa sempre più prepotente il rientro del Taranto, corsaro a San Severo con un’acrobazia di Siclari e la doppietta del solito Giuseppe Genchi.

Frenata del Francavilla in Sinni: avanti 2-0 a Torrecuso grazie a D’Auria e Pisani, i lucani sono stati raggiunti dall’uno-due micidiale di Pastore. Reti bianche fra un indomito e ritrovato Picerno e il Fondi, quinto con quattro punti di vantaggio sul Bisceglie alla vigilia del confronto diretto in prospettiva playoff. Pareggi con gol fra Aprilia e Potenza e Isola Liri e Serpentara, senza fra Turris e Marcianise, per un quadro complessivo sostanzialmente invariato nelle posizioni medio-basse della graduatoria. 23 le marcature realizzate.

Nella foto Anton Giulio Picci [Anna Cerqueti]

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 22 febbraio 2016