Serie D, il punto dopo la 24ª giornata

Sport // Scritto da Vito Troilo // 15 febbraio 2016

Serie D, il punto dopo la 24ª giornata

La capolista Virtus Francavilla rallenta ancora: ne approfittano Nardò, Taranto e Fondi. In gol i primi quattro della classifica cannonieri
"Terzo tempo", ogni martedì e giovedì sul canale youtube Bisceglie in diretta

“Terzo tempo”, ogni martedì e giovedì sul canale youtube Bisceglie in diretta

Tre pareggi consecutivi a reti bianche. Quella della Virtus Francavilla, nelle ultime giornate, non può essere certo ritenuta una marcia inarrestabile. La compagine messapica sembra essersi inceppata in fase offensiva e in credito con la fortuna: traversa su calcio piazzato e palo su colpo di testa per Picci. Lo zero a zero sul campo di un Marcianise tutt’altro che irresistibile e peraltro in inferiorità numerica dal 34° del primo tempo ha indispettito e non poco i sostenitori della capolista, che hanno manifestato il loro disappunto al termine dell’incontro. Eppure la matricola di mister Calabro è al comando del girone H di Serie D con quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici.

La splendida punizione del nerazzurro Federico Pizzutelli ha imposto il pari a un Francavilla in Sinni che oltre a non aver approfittato del rallentamento della battistrada ora è stato agganciato dal Nardò, che ha rifilato tre reti alla Turris: uno-due micidiale intorno alla mezz’ora col capitano Vicedomini e l’attaccante Aperi, sigillo sul match in apertura di ripresa con Malcore puntuale su cross di Palmisano.

Domenica di gran spolvero per i primi quattro realizzatori del torneo, tutti a segno: doppietta di Giuseppe Genchi (salito a quota 14) e successo casalingo per il Taranto, che ha sofferto un Torrecuso trascinato, seppure in dieci, da Pastore (tredicesimo centro stagionale). I rossoblu di mister Cazzarò sono ora a sei lunghezze dal primato, obiettivo che solo un mese fa sembrava lontanissimo. Rincorre a suon di gol anche il Fondi, che ha travolto il Gallipoli alla decima sconfitta su dodici trasferte. Doppietta per il capocannoniere Meloni, tornato finalmente a gonfiare la porta e salito a quota 24. Crisi profonda per il team salentino, sprofondato in coda alla graduatoria.

Un altro attaccante decisivo, sul podio fra i top scorer del raggruppamento, è Evacuo del San Severo: suo il gol del pari (16° personale) sul campo dell’Aprilia. Campionato apertissimo su tutti i fronti: quattro punti separano la prima dalle seconde, altrettanti dividono la coppia in fondo dal terzultimo posto. Il Picerno è vivo e col blitz sul rettangolo del Serpentara ha riaperto definitivamente la lotta per evitare le due retrocessioni dirette. Fondamentale successo interno per il Potenza sull’Isola Liri: De Stefano, in pieno recupero, ha regalato tre punti fondamentali al collettivo lucano. Il pareggio fra Pomigliano e Manfredonia ha completato il quadro di un 24° turno con 28 segnature complessive, al termine del quale fra il sesto posto dei campani e il quattordicesimo dei sipontini sono comprese ben nove squadre in quattro punti. Mai campionato fu così incerto.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 15 febbraio 2016