Sergizio igiene urbana, le precisazioni del Comandante Michele Dell’Olio: perché Bisceglie è salva dalle denunce dell’ANAC

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 27 marzo 2016

Sergizio igiene urbana, le precisazioni del Comandante Michele Dell’Olio: perché Bisceglie è salva dalle denunce dell’ANAC

L’8 aprile si conoscerà il nome del nuovo gestore del servizio di raccolta e trasporto rifiuti

Nell’articolo “Denunciato il sistema di gestione rifiuti di tutta la Puglia: Anche Bisceglie nel mirino dell’Anac?” (LINK ALL’ARTICOLO) avevamo avanzato un interrogativo sulla scivolosissima materia “igiene urbana”:  Bisceglie, ci chiedevamo, doveva considerarsi coinvolta dalle denunce Raffaele Cantone? Il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) aveva sporto denuncia alla Procura di Bari e alla Corte dei Conti stigmatizzando il comportamento degli locali che avevano fatto ricorso  con “ordinanze contingibili ed urgenti” ad affidamenti in proroga del servizio di raccolta rifiuti in territorio comunale. Il dubbio nasceva dal fatto che l’appalto del servizio rifiuti a Bisceglie è affidato in proroga tempo alla CamassAmbiente, ma solo in vista di una gara per l’individuazione di un nuovo gestore che è già prossima a concludersi. Quel che non sapevamo – e che con una nota il comandante Michele Dell’Olio, dirigente incaricato per il Servizio Ciclo Integrato dei Rifiuti, puntualizza nel comune interesse – è che la commissione di gara si è insediata il 21 marzo scorso e che il prossimo 8 aprile saranno aperte le buste a conclusione dell’iter concorsuale.

Nella nota, che riportiamo integralmente, anche le precisazioni del Comandante sulla piena legittimità della posizione di Bisceglie nei confronti della Giustizia Amministrativa, che apprendiamo aver già avallato i procedimenti adottati dal Comune in relazione alla gestione dei rifiuti:

1) chiunque può accedere al sito istituzionale dell’Autorità Anticorruzione e leggere con attenzione il testo della deliberazione 215 / 2016 (SCARICALO QUI) a firma del Presidente dot. Raffaele Cantone verificando che nelle censure mosse nei confronti di alcuni comuni e ARO della Regione Puglia non si fa alcun riferimento alla procedura di gara indetta dal  Comune di Bisceglie.

2) come  motivato nella determinazione dirigenziale di indizione di gara (determinazione della Ripartizione Attività Produttive Ambiente Demanio e Patrimonio n. 100 del 30.10.2015) l’assemblea dell’ARO 1BT, a seguito di relazione del Commissario ad Acta nominato dalla Regione Puglia per la redazione di un progetto unitario di ARO del servizio di igiene  urbana,  ha delegato il Comune di Bisceglie ad espletare una autonoma procedura di gara per gestire il periodo transitorio nell more che trovi attuazione    l’organizzazione di un servizio unitario tra tutti i comuni dell’ ARO 1BT

3) per detta procedura in dat 21.03.2016 è stata costituita una Commissione Giudicatrice che vede tra i suoi componenti oltre al  sottoscritto e al Dirigente della Ripartizione Tecnica Comunale quali membri interni dell’Ente,  anche l’autorevole presenza del Dott. Antonio Giulio Di Bari , Responsabile nazionale dell’ANCI dell’Ufficio Servizi Pubblici Locale, componente di grande esperienza  in materia di servizi pubblici  ed in modo specifico nella gestione dei rifiuti

4) già in precedenza  gli atti del Comune di Bisceglie in materia di igiene urbana  sono stati oggetto di vaglio da parte della Giustizia Amministrativa, che ne ha confermato la piena legittimità senza ravvisare la sussistenza di vizi procedurali

5) i lavori della Commissione Giudicatrice avranno inizio in data 8 aprile 2016; alle ore 10,30 è stata convocata la prima seduta di gara presso la sede del Palazzo di Città

6) Ciò premesso, al fine di promuovere una corretta informazione e per evitare di ingenerare dubbi sulla legittimità della procedura in corso ipotizzando  che le censure dell’ANAC  investano anche il Comune di Bisceglie, ravvio l’opportunità, in qualità di Presidente della Commissione Giudicatrice e di Dirigente incaricato per il Servizio Ciclo Integrato dei Rifiuti, di fornire le suddette precisazioni.

7) Peraltro,  la divulgazione di notizie inesatte e destituite di  fondamento potrebbero arrecare turbativa ai lavori della Commissione Giudicatrice che sarà impegnata nei prossimi giorni ad individuare la migliore offerta, tra quelle pervenute, per garantire alla città un efficiente servizio di igiene urbana.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 27 marzo 2016