Sentinelle in piedi, veglia per la libertà di espressione in piazza

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 luglio 2014

Sentinelle in piedi, veglia per la libertà di espressione in piazza


Le Sentinelle in piedi approdano nella Bat. E veglieranno  per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna a partire da Bisceglie.

Il neonato movimento ha scelto Piazza Vittorio Emanuele per la sua prima manifestazione pubblica, che si terrà venerdì 11 luglio, alle ore 20.30, all’altezza del civico 114.

Nato sul web e diffusosi in tutta Italia, il movimento pro-life  si mobilita per la libertà di espressione mettendo in discussione il ddl Scalfarotto. «Il disegno di legge che sarà a breve in discussione al Senato – spiega il movimento – prevede pene fino a un anno e sei mesi di carcere per chi esprima, la semplice opinione e si definisca pubblicamente contrario alle esagerazioni delle politiche di genere, come l’adozione dei bambini alle coppie omosessuali».

La veglia che si svolgerà in piazza Vittorio Emanuele a Bisceglie è il secondo appuntamento in Puglia, dopo quello di Lecce e vedrà le sentinelle diritte, silenti, immobili e in piedi mentre leggono un libro; si tratta di una battaglia culturale tesa alla difesa della libertà di espressione e della famiglia naturale.

Le sentinelle vegliano sullo stile dei Veilleurs debout francesi: in rigoroso silenzio, a due metri di distanza l’uno dall’altro, leggendo un libro in segno della formazione permanente rivolti nella stessa direzione che è quella di un futuro migliore.
Per maggiori informazioni scrivi a: bisceglie@sentinelleinpiedi.it. È possibile seguire le Sentinelle su Facebook: Sentinelle in Piedi Bisceglie.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 luglio 2014