Scuola, i quota 96 finalmente in pensione. 4 mila precari diventeranno di ruolo. La soddisfazione di Francesco Boccia

Politica // Scritto da Vito Troilo // 27 luglio 2014

Scuola, i quota 96 finalmente in pensione. 4 mila precari diventeranno di ruolo. La soddisfazione di Francesco Boccia


Francesco Boccia accoglie positivamente l’emendamento della deputata democratica Manuela Ghizzoni che nei fatti consentirà la stabilizzazione di 4 mila precari della scuola attraverso il sistema “quota 96”, attraverso il quale altrettanti insegnanti con 60 anni di età e 36 di contributi oppure 61+35 potranno finalmente andare in pensione dato che la precedente riforma voluta da Elsa Fornero ha impedito, fin dall’anno scolastico 2011-2012, che questo accadesse, lasciando in cattedra personale convinto di aver concluso il servizio, quindi potenzialmente demotivato e all’asciutto giovani docenti desiderosi di entrare di ruolo.

«Il via libera è frutto dell’impegno congiunto di tre commissioni parlamentari (bilancio, cultura e lavoro) che hanno trovato una sintesi nell’emendamento Saltamartini votato da tutti i gruppi parlamentari e successivamente ratificato dal ministro Marianna Madia e dalla commissione affari costituzionali.

La fotografia dello striscione "Pd vergogna! incassati i voti rinnega i Quota 96"

La fotografia dello striscione “Pd vergogna! incassati i voti rinnega i Quota 96”

Siamo riusciti, con il Decreto Pubblica Amministrazione, a sanare le ferite aperte di un’intera generazione di insegnanti, risultato purtroppo di un confronto che, al tempo della Fornero, fu negato soprattutto da chi antepose il risparmio scaturito dalla riforma a tutto e tutti: errori macroscopici che il PD aveva denunciato per tempo» sottolinea il deputato biscegliese, consapevole dell’importanza della risoluzione di una questione che attiene all’elettorato del mondo della scuola, nella quasi totalità democratico.

«Quasi 4 mila giovani insegnanti coroneranno il loro sogno di entrare a tempo determinato nei ranghi del personale scolastico» ha concluso il presidente della commissione bilancio della Camera dei deputati.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 27 luglio 2014