Sciopero dei dipendenti di Villa Veneziani: “perché siamo senza stipendio da ottobre”

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 23 marzo 2015

Sciopero dei dipendenti di Villa Veneziani: “perché siamo senza stipendio da ottobre”


Lo stato di agitazione è indetto dall’USPPI. 12 le mensilità arretrate che i dipendenti denunciano

I dipendenti della Casa di Riposo “Villa Veneziani” protestano, per l’intera giornata del 25 marzo 2015. Si dicono “depressi”, “esausti”, dopo aver lavorato per 7 mesi nel 2013 e da ottobre 2014 ad oggi senza ricevere stipendi.

“Non è solo questione di difficoltà economica, sebbene tutte le famiglie siano cadute nella stessa situazione – spiega il direttivo RSA aziendale dell’USPPI- comporta uno stato depressivo che potrebbe nuocere a lungo andare anche sulle prestazioni professionali”

“Atteso che le fonti economiche di sostegno aziendale sono pubbliche – proseguono – troviamo singolare il metodo autoritario con cui si dispone di tali proventi, dimenticando i lavoratori”.

L’APPELLO: UNA GESTIONE DEI FONDI PUBBLICI CHE NON DIMENTICHI I DIPENDENTI

L’appello, rivolto al Comune di Bisceglie e all’ufficio di Piano del Pian Sociale di Zona Bisceglie – Trani, alla Asl Bat e alla Regione Puglia è accorto: “trovate una soluzione, affinché nella sanità non sia possibile fare imprenditoria avventata”.

Bisceglieindiretta si riserva, sul caso, di interrogare sul caso l’imprenditore Diego Rana, titolare della struttura sociosanitaria RSSA Villa Veneziani.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 23 marzo 2015