SANTOS CLUB-NETTUNO 7-9 | Ancora un derby amaro per i gialloblu: il Nettuno passa nel finale

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 14 novembre 2015

SANTOS CLUB-NETTUNO 7-9 | Ancora un derby amaro per i gialloblu: il Nettuno passa nel finale


Gara al cardiopalma al centro sportivo Aurora: al Santos Club non basta il tris di D’Elia, Arcieri trascina i biancazzurri verso il 2° successo in campionato

Santos Club-Nettuno 7-9

Santos Club: Di Pilato, F. Uva, G. Di Benedetto, Pastore, D’Elia, D’Addato, Amato, S. Di Benedetto, Mugeo, I. Uva, Gallo, Di Fazio. Allenatore: Francesco Tritto.
Nettuno:
Di Molfetta, Lamanuzzi, Landriscina, Arcieri, Drapni, De Cillis, Salerno, Goffredo, Dell’Olio, Colamaria, Mastrorilli, Picca. Allenatore: Bartolo Sasso.
Arbitri: Rafaschieri (Bari), Vinci (Bari)
Reti: 6° D’Elia, 11° Pastore, 12° De Cillis, 20° e 22° Arcieri, 25° Mugeo, 35° rig. Arcieri, 40° G. Di Benedetto, 41° D’Elia, 42° F. Uva, 43° De Cillis, 51° D’Elia, 52° Salerno, 59° Drapni, 61° Arcieri.
Note: ammonito F. Uva.

Altro derby amaro per il Santos Club: dopo la beffa con la Diaz, ne arriva un’altra per mano del Nettuno che, nella stracittadina valevole per il decimo turno di Serie C1, passa nel finale di gara con il risultato di 7-9.

Sul rettangolo del centro sportivo “Aurora” va in scena una gara aperta, ricca di colpi di scena e capovolgimenti di fronte fino all’ultimo secondo.
Il Santos Club, a corto di elementi (out gli infortunati Giulio Lamanuzzi, Muggeo, La Notte, oltre allo squalificato De Gennaro) con ben quattro Under 21 in distinta, scende in campo con Di Pilato, Francesco Uva, Gianluca Di Benedetto, Pastore e D’Elia; il Nettuno, alla ricerca disperata di punti salvezza, risponde con Di Molfetta, Pietro Lamanuzzi, capitan Landriscina, Arcieri e Drapni.

Nei secondi precedenti il calcio d’inizio, le due formazioni si sono raccolte a metà campo in memoria delle vittime dell’attentato di Parigi, avvenuto nella serata di venerdì 13 novembre.
Pronti via, il Santos Club trova il vantaggio al 5°: Agostino Pastore, sfruttando prima una rapida ripartenza e costringendo poi all’uscita l’estremo Di Molfetta, serve sotto porta il pivot Gianni D’Elia che deposita la rete che vale l’1-0. Tra il 9° e il 10° le due formazioni colpiscono un legno per parte: prima l’esperto Lamanuzzi colpisce un palo, pochi secondi dopo Gianluca Di Benedetto è bravo ad intercettare fuori area un disimpegno dell’estremo Di Molfetta, ma la sua potente conclusione si spegne sul fondo dopo aver centrato il palo.

All’11° i gialloblu trovano la rete del 2-0 con Pastore che concretizza al meglio un ottimo scambio con Stefano Gallo sulla banda destra. Neanche il tempo di esultare che il Nettuno accorcia le distanze con Sergio De Cillis, bravo a girarsi in area e ad insaccare con la complicità del palo.
La gara è aperta ad ogni risultato (chance per Arcieri e Gallo) e lo dimostra il fatto che i biancazzurri al 20° prima pareggiano i conti con il capocannoniere del campionato Emanuele Arcieri, poi trovano la rete del 2-3 ad opera dello stesso numero 10 finalizzando una rapida ripartenza.

I gialloblu del presidente Sangilli spingono per trovare la rete del pari (le conclusioni di Francesco Uva e D’Elia esaltano i riflessi dell’estremo avversario), che arriva al 25° grazie al neo entrato classe ’97 Giulio Mugeo su schema da corner. Tre minuti dopo lo stesso Mugeo colpisce un altro legno per i gialloblu dopo un’insidiosa conclusione dalla banda sinistra. Al 29° capita un’altra chance per mettere a segno la quarta rete, stavolta sui piedi di un altro classe ’97, Davide Amato, che, viene pescato in area, smarca l’estremo Di Molfetta, ma conclude in maniera debole a lato. Nel recupero ci prova Pastore con una bella azione dalla sinistra che esalta nuovamente i riflessi dell’estremo biancazzurro.

Inizio di ripresa totalmente da dimenticare per il Santos Club, che subisce due reti nei primi 5′: al 31° Francesco Salerno insacca un tap-in da pochi passi, mentre al 35° Arcieri realizza il suo personale tris su calcio di rigore (fallo su De Cillis, ma proteste dei gialloblu per un solare calcio di punizione non concesso nei secondi precedenti).

Il Santos Club spinge sull’acceleratore (Di Molfetta ancora decisivo sulle conclusioni di Francesco Uva e Gallo) e nel giro di tre minuti capovolge il risultato, portandosi sul 6-5 grazie alle reti di Gianluca Di Benedetto (assist D’Elia), Gianni D’Elia e Francesco Uva (preciso rasoterra da fuori area). Sul 5-5 da segnalare un decisivo intervento di Di Pilato in area su Goffredo. Passano appena 60” e il Nettuno pareggia i conti (6-6) grazie alla seconda rete di giornata del classe ’87 Sergio De Cillis.

Nei minuti successivi assalto gialloblu nella metà campo avversaria con Di Molfetta ancora decisivo sui tentativi di Gianluca Di Benedetto, D’Elia, Francesco Uva, Pastore; il portiere è però beffato al 51° su una conclusione di Mugeo (decisiva la deviazione di D’Elia) che apre la strada verso il momentaneo 7-6. Il mai domo Nettuno non resta a guardare e pareggia i conti dopo neanche un minuto con una conclusione da fuori di Salerno che sorprende l’estremo Di Pilato.

Negli ultimi dieci minuti di gara è il Santos Club ad avere le chance più ghiotte e trova altri due legni (palo Gianluca Di Benedetto su punizione e traversa Amato), ma il Nettuno chiude la pratica negli ultimi 180” con Drapni (che, dopo una respinta di Di Pilato in area, si avventa sul pallone e insacca con un bel gesto atletico) e nuovamente con Arcieri che approfitta degli ampi spazi concessi dopo la carta del quinto uomo di movimento giocata dal Santos Club.

Amara sconfitta dunque per il Santos Club che resta a quota 14 punti, a +7 dal Nettuno e dalla zona calda della classifica. Nel prossimo turno i gialloblu saranno di scena sul campo dell’Atletico Cassano, neo capolista solitaria in virtù del pari della Diaz in quel di Turi.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 14 novembre 2015