SANTOS CLUB-MANFREDONIA 3-3 | L’Under 21 gialloblu sfiora la vittoria nel finale di gara

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 24 novembre 2015

SANTOS CLUB-MANFREDONIA 3-3 | L’Under 21 gialloblu sfiora la vittoria nel finale di gara


La giovane formazione gialloblu recupera due volte lo svantaggio, ma spreca numerose occasioni nel finale di partita

Santos Club-Manfredonia 3-3

Santos Club: Ricchiuti, I. Uva, Mugeo, Cassanelli, Dell’Olio, Brescia, G. Preziosa, Hadji, Porcelli, F. Preziosa, Di Fazio. Allenatore: Mauro Tritto.
Manfredonia: Albanese, Vitulano, Specchio, Caracciolo, Falcone, Taronna, Colombo, La Torre, Orbelli, Trotta. Allenatore: Michele Grassi.
Arbitro: Lamanuzzi di Molfetta. Crono: Catanzaro di Molfetta
Reti: 16’44” Vitulano, 17’30” Mugeo, 24’25” Dell’Olio, 25’16” Orbelli, 26’42” Falcone, 37’18” Dell’Olio.
Note: ammoniti Caracciolo, La Torre, G. Preziosa.

Secondo pareggio stagionale per la compagine Under 21 del Santos Club, che nel match valevole per l’ottavo turno del girone S impatta 3-3 con un tenace Manfredonia.

Out il pivot Davide Amato per squalifica, mister Mauro Tritto schiera il quintetto iniziale composto dall’estremo Ricchiuti, Ivan Uva centrale, Cassanelli e Mugeo laterali, Dell’Olio pivot.
Primi cinque minuti di gara con poche emozioni: le due formazioni lottano su ogni pallone, ma non creano vere e proprie chance per sbloccare il match. Così, il primo squillo della gara parte dai piedi di Giulio Mugeo (nella foto) che intorno al 6° lascia partire una conclusione dalla banda destra, ma l’estremo sipontino Albanese risponde presente deviando in corner. A metà primo tempo ci riprovano Davide Cassanelli e di nuovo Mugeo, i quali si mettono in mostra con due tiri di poco a lato.

A 6 minuti dall’intervallo ci provano Ivan Uva su punizione e ancora Mugeo, ma in entrambe le occasioni risultano decisive le parate di Albanese, che rimedia spedendo la sfera in corner. Il Manfredonia crea alcune manovre offensive, ma non inquadra lo specchio della porta difesa da Ricchiuti che si mette in evidenza al 14’16” con una tempestiva uscita su Falcone. Mister Tritto inserisce anche Leandro Brescia su una delle due corsie laterali ed entra subito nel vivo del gioco prima spingendosi in avanti con un diagonale pericoloso in area, poi salvando tempestivamente, un minuto dopo, un pericoloso rasoterra in area gialloblu, anticipando in scivolata Taronna a pochi passi dalla linea di porta. Al 16’44” però, sul successivo corner, il Manfredonia sblocca il match: La Torre serve con un pallone che attraversa l’area di rigore Vitulano, che in tap-in batte l’incolpevole Ricchiuti.

Non passa neanche un minuto e il Santos Club trova la rete del pari: al 17’30” Mounir Hadji ruba il pallone ad un avversario e serve sul lato destro dell’area Giulio Mugeo che infila alle spalle di Albanese. Al 19’05” i ruoli si invertono: Mugeo supera in velocità due avversari con una serie di dribbling sulla corsia laterale e serve al centro dell’area Hadji che però non aggancia. Allo scadere il Manfredonia si rende pericolosissimo dalle parti di Alex Ricchiuti, ma l’estremo difensore biscegliese risponde con un ottimo intervento, meritandosi gli applausi dei presenti sugli spalti. Scampata la beffa nel finale di primo tempo, il Santos Club va al riposo con il risultato di 1-1.

Nella ripresa i biscegliesi entrano in campo con due novità rispetto al quintetto iniziale del primo tempo: l’estremo Saverio Di Fazio subentra a Ricchiuti, mentre il capitano gialloblu Gianluca Preziosa subentra al posto di Cassanelli. Stesso identico copione nei primi 5′ della ripresa, con nessuna grande chance da segnalare. Proprio come nel primo tempo, a dare la scossa ai suoi ci pensa Mugeo che al 15’29” costringe Albanese a spedire il pallone in corner. Dal successivo angolo, dunque, nascerà la rete del 2-1 del Santos Club: Mugeo riceve palla e lascia partire una forte conclusione, ma risulterà decisiva la deviazione di Gigi Dell’Olio. Non passa neanche un giro di lancette che il Manfredonia pareggia i conti con Orbelli che con un facile tap-in sotto porta sfrutta l’assist di Taronna.

Al 26’10” un’altra grande giocata sulla banda sinistra di Mugeo dà il là ad uno scambio con Dell’Olio, ma quest’ultimo non aggancia in area il pallone del possibile 3-2. Passano appena 32” e il Santos Club è costretto nuovamente ad inseguire: sugli sviluppi di un corner, Falcone deposta in rete da pochi passi.

Da quel momento in poi il team gialloblu si riverserà nella metà campo avversaria, sprecando numerose nitide occasioni. A circa 8′ dal termine Uva e Mugeo lasciano partire, nel giro di pochi minuti due tiro-cross insidiosi in area non raccolti da nessun compagno. Al 36’08 Ivan Uva serve con un lancio dalla lunga distanza Mounir Hadji che colpisce di testa ma centra in pieno la traversa. Al 37’18” arriva la rete del 3-3 ad opera di Gigi Dell’Olio, abile a depositare in rete dopo la respinta del portiere avversario.

Negli ultimi 180″ effettivi il Santos Club non mette a segno il colpo del definitivo ko, divorandosi letteralmente ben quattro occasioni. Al 37’35” Mugeo pesca in ripartenza al centro dell’area Dell’Olio, ma il tentativo del pivot biscegliese viene respinto dalla tempestiva uscita dell’estremo sipontino: la sfera termina sui piedi di Hadji che, anziché calciare di prima intenzione con il portiere ormai battuto, finta la conclusione, perdendo l’attimo giusto per finalizzare e serve Dell’Olio sulla sinistra che, tutto solo a porta spalancata, spreca con un diagonale fuori misura. Al il copione si ripete: al 38’37” Ivan Uva vince un contrasto a metà campo e trova in area Dell’Olio che anziché calciare in porta, serve Hadji sul lato opposto, ma anche quest’ultimo, anziché calciare in porta da buona posizione, riconsegna la palla sul piede di Dell’Olio che, colto di sorpresa, calcia fuori misura.

Ma la gara non finisce qui: a 50 secondi dal termine il Manfredonia si gioca a sorpresa il tutto per tutto con il quinto di movimento: Dell’Olio intercetta la sfera che termina sul piede di Hadji che non calcia a porta sguarnita temporeggiando e servendo infine sulla destra Dell’Olio che a calcia botta sicura verso la porta avversaria, ma la tempestiva deviazione in scivolata di un avversario gli nega nuovamente la gioia del gol.

Al 27 secondi dal termine Di Fazio evita la beffa con una pronta respinta su capitan La Torre, mentre al 10 secondi dal termine il Santos Club si gioca il tutto per tutto con l’avanzamento dello stesso estremo gialloblu: Ivan Uva riceve palla sulla banda destra e lascia partire un forte tiro-cross che attraversa tutta l’area di rigore, ma né Dell’Olio prima, né Di Fazio poi agganciano il pallone del definitivo 4-3.

Un risultato che lascia dunque l’amaro in bocca in casa Santos Club che con la concomitante vittoria del Futsal Barletta (prossima avversaria dei gialloblu domenica 29 novembre) scende al terzo posto a quota 17 punti.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 24 novembre 2015