SANTOS CLUB-GARGANUS 4-7. Ben cinque legni colpiti dai gialloblu, ospiti cinici e vincenti

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 4 febbraio 2015

SANTOS CLUB-GARGANUS 4-7. Ben cinque legni colpiti dai gialloblu, ospiti cinici e vincenti


Santos Club-Garganus Monte Sant’Angelo 4-7

Santos Club: Marmo, La Notte, G. Di Benedetto, Muggeo, S. Di Benedetto, Lamanuzzi, D’Elia, Pastore, Formicola, Giu. D’Addato, L’Erario, Gir. D’Addato. Allenatore: Francesco Tritto.
Monte Sant’Angelo: D’Errico, Prencipe, Taddeo, D. Totaro, Gentile, Altavilla, Ortuso, Cassa, Simone, Rinaldi, M. Totaro, Ciuffreda. Allenatore: Matteo Ciliberti.
Arbitro: Ragone di Bari.
Reti: 8°, 12°, 18°, 19° e 21° Simone, 29° Ortuso, 33° M. Totaro, 35° G. Di Benedetto, 40° Muggeo, 48° S. Di Benedetto, 59° D’Elia.
Note: ammoniti Gentile, Lamanuzzi. Espulso Gentile al 52° per doppia ammonizione.

Terza sconfitta in campionato (la prima interna) per il Santos Club: il team biscegliese crea numerose occasioni, ma viene punito da un cinico Garganus, abile nel capitalizzare quasi tutte le occasioni capitate, soprattutto nella prima frazione, chiusa con sei reti di vantaggio. Il forcing biscegliese del secondo tempo serve solo a rendere meno amaro il passivo finale di 4-7.

Il trainer Francesco Tritto deve fare a meno degli infortunati Uva e Puzziferri, mentre l’estremo Marmo stringe i denti e viene schierato regolarmente tra i pali. Completano il quintetto iniziale, il centrale La Notte, i laterali Muggeo e Gianluca Di Benedetto, pivot Simone Di Benedetto.

Convincente avvio dei padroni di casa (in maglia nerazzurra per l’occasione) che creano diverse occasioni e colpendo anche un legno con un tiro dalla distanza partito dal piede di Gianluca Di Benedetto. Al 6° arriva il primo squillo del Garganus con Francesco Simone, assoluto protagonista del match, che tutto solo davanti a Marmo (che nell’occasione rimedia una botta alla spalla già malconcia) manca di un soffio il vantaggio.
Passano pochi secondi ed è ancora Gianluca Di Benedetto a sfiorare il vantaggio, ma l’estremo classe ’98 Francesco D’Errico è decisivo, toccando il tiro e salvandosi con la complicità della traversa. All’8° il match si sblocca grazie ad un’azione di contropiede sulla sinistra finalizzata da Simone che insacca con un diagonale chirurgico a fil di palo.

La porta del Garganus sembra stregata: il giovane estremo D’Errico ruba nuovamente la scena ai suoi compagni, respingendo ottimamente tutte le azioni offensive biscegliesi, i quali trovano il terzo legno di giornata con Simone Di Benedetto. Gli ospiti trovano l’affondo decisivo ancora in contropiede: tra il 12°, 18° e 19° l’ex Asd Monte Sant’Angelo Calcio Francesco Simone (omonimo del portiere che aveva lasciato la società qualche giorno prima per motivi lavorativi) sigla altre reti con la stessa dinamica del gol che aveva aperto le danze. Lo stesso numero 9 del Garganus completa la sua personale cinquina insaccando al volo un lancio partito dalla difesa.

Un inizio di gara shock per i biscegliesi, seppur ‘esperti’ in rimonte, che non avevano mai dovuto affrontare un passivo così pesante. I minuti passano, ma la storia non cambia: i legni salvano ancora i garganici. Al 22°, infatti, il montante salva (decisivo l’ottimo riflesso del portiere) la deviazione involontaria del centrale Damiano Totaro, mentre al 27° Angelo La Notte colpisce il palo direttamente su calcio di punizione. Al 29° arriva la rete dello 0-6, firmata dal capitano Claudio Ortuso: si tratta l’ennesima doccia gelata di giornata per il Santos Club. Nei restanti minuti della prima frazione, mister Tritto schiera Lamanuzzi come quinto di movimento, ma il risultato non cambierà.

Nel secondo tempo passano appena tre minuti e il Garganus trova la rete dello 0-7 firmata da Michele Totaro: sarà l’unica occasione ospite della ripresa.
Inizia così il forcing dei locali che accorciano le distanze (2-7) grazie al calcio di punizione di Gianluca Di Benedetto e ad una bordata di Nicola Muggeo. Il Santos Club schiaccia la formazione ospite e trova al 48° la rete del 3-7, firmata dal pivot Simone Di Benedetto. I gialloblu spingono ancora alternando Marmo al quinto di movimento Lamanuzzi, ma trovano sulla propria strada uno strepitoso D’Errico, che divide la palma di migliore in campo con il suo compagno di squadra Francesco Simone. Al 52° il Garganus perde Gentile a causa di un doppio cartellino giallo. Nei due minuti di inferiorità numerica il Garganus si chiude bene, resistendo agli attacchi dei locali. Il tap-in realizzato da Gianni D’Elia al 59° serve solo a rendere meno amaro il passivo finale.

Con questa sconfitta il Santos Club resta al terzo posto a quota 22 punti, ma vede allontanarsi Futsal Andria e Torremaggiore, appaiate al primo posto con quattro lunghezze di vantaggio. Nel prossimo turno, in programma sabato 7 febbraio, i gialloblu saranno ospiti del Trops Sammarco, formazione che occupa attualmente l’ultimo posto in graduatoria.

Risultati 12° turno:
San Severo-Ruvo 3-3
Atletico Troia-Torremaggiore 3-6
Poggiorsini-Futsal Andria 4-5
Futsal Giovinazzo-Nettuno 5-2
Santos Club-Garganus 4-7
Ha riposato: Trops Sammarco

Classifica
Futsal Andria, Torremaggiore 26; Santos Club 22; Garganus, Futsal Giovinazzo 19; Nettuno Bisceglie 18; Tiki Taka San Severo 16; Ruvo 15; Atletico Troia 6, Poggiorsini 4, Trops Sammarco 2.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 4 febbraio 2015