SANTOS CLUB-FUTSAL CLUB 0-3 | Tracollo nella finale playout, il team biscegliese saluta la C1

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 25 aprile 2016

SANTOS CLUB-FUTSAL CLUB 0-3 | Tracollo nella finale playout, il team biscegliese saluta la C1

Il team del presidente Sangilli paga un approccio superficiale, ma “sbatte” anche contro la sfortuna: l’esito finale premia il team monopolitano

Santos Club-MP Futsal Club 0-3

Santos Club: Di Pilato, La Notte, D’Addato, GianlucaDi Benedetto, Simone Di Benedetto, Francesco Uva, Fusiello, Mugeo, D’Elia, Gallo, Formicola, Spadavecchia. Allenatore: Francesco Tritto.
MP Futsal Club: Napoletano, Paragò, Fiume, Giannuzzi, Elton Soares, Minoia, Giacovazzo, F. Lapertosa ’90, F. Lapertosa ’97, Impalea. Allenatore: Damiano Simone.
Arbitri: Lacalamita di Bari, Matera di Molfetta.
Reti: 19° Giacovazzo, 43° Fiume, 61° F. Lapertosa ’90.
Note: ammoniti Gianluca Di Benedetto, Fiume, La Notte, Gallo. Espulsi: Fiume al 44°, Gallo a gara conclusa.

Si conclude nel peggiore dei modi, dopo sette mesi intensi, la prima esperienza del Santos Club nel massimo campionato regionale di futsal maschile.

Amaro l’esito della finale playout: uno 0-3 che premia il Futsal Club, formazione monopolitana arrivata sul rettangolo del centro sportivo “Aurora” con la consapevolezza di poter contare solo sulla vittoria, a differenza del team gialloblu del presidente Sangilli, sceso in campo con maggiore tranquillità, forse consapevole del fatto di giocarsela davanti al pubblico amico con due risultati su tre a disposizione, al quale è però da riconoscere la poca fortuna (ben tre legni colpiti) nei momenti topici della sfida salvezza.

Per la sfida più importante della stagione, mister Tritto può contare di tutti gli effettivi e affida il quintetto iniziale all’estremo Di Pilato (al rientro da titolare dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori 45 giorni), La Notte, capitan D’Addato, Gianluca Di Benedetto e Simone Di Benedetto. Ospiti che invece rispondono con Napoletano, Paragò, Fiume, Giannuzzi e il brasiliano Elton Soares.

Avvio di gara contratto dei biscegliesi: ne approfittano gli ospiti, subito al tiro con Paragò (diagonale a lato), ma soprattutto con Elton Soares e Fiume, i quali al 6° e 7° impegnano seriamente Di Pilato. Il primo squillo di marca gialloblu arriva all’8° con i neo entrati D’Elia e Francesco Uva: il pivot terlizzese serve il laterale biscegliese, il cui diagonale trova solo l’esterno della rete.

Al 9° l’estremo ospite Vito Napoletano è decisivo nel respingere un’insidiosa conclusione di Giuseppe D’Addato (lo stesso capitano gialloblu sarà costretto ad abbandonare il campo all’11° per una pallonata fortuita, scaturita dal rinvio di un avversario). Al 13° nuova iniziativa del duo Uva-D’Elia: il pivot gialloblu cerca però il tocco sotto solo davanti a Napoletano, quest’ultimo decisivo col suo riflesso.

Al 19° arriva l’episodio che spiana la strada verso la vittoria ospite: dopo un’indecisione locale fuori area, il classe ’90 Lapertosa ne approfitta per servire in superiorità numerica Giacovazzo che, con molta freddezza, insacca alle spalle dell’incolpevole Di Pilato con un facile tap-in.
Neanche il tempo di assorbire il colpo, che il Santos Club rischia di trovarsi nuovamente sotto, ma Di Pilato salva, con una grande prodezza, su una fucilata da fuori area dell’ispirato Giacovazzo. Sul successivo corner, lo stesso Di Pilato, in compagnia di La Notte, è bravo in uscita a chiudere l’angolo a Giannuzzi.

Al 23° il Santos Club si scuote e colpisce il palo con una conclusione dalla banda destra di Vito Fusiello scaturita da uno schema su calcio di punizione. Un minuto dopo, ci riprova lo stesso centrale gialloblu, ma l’estremo Napoletano gli nega la gioia del gol con una decisiva deviazione in angolo.

Fino al termine della prima frazione la palla non varcherà più la linea di porta, merito di alcuni strepitosi interventi di Di Pilato e Napoletano, indiscussi protagonisti della gara: al 26° è decisivo su un contropiede avversario innescato da Giannuzzi, mentre al 27° sia Uva che Gallo devono fare i conti con le efficaci parate dell’estremo difensore del Futsal Club. Allo scadere una grande azione di Lapertosa innesca Fiume, sul cui tap-in a botta sicura Di Pilato compie un autentico miracolo; nel recupero è invece Napoletano a respingere in maniera efficace un contropiede biscegliese innescato dal classe ’97 Mugeo.

Una volta ricaricate le energie negli spogliatoi, il Santos Club è subito protagonista in avvio di ripresa con un doppio tentativo di Francesco Uva. Al 34° i gialloblu sfiorano nuovamente la rete con una conclusione di La Notte terminata sul palo. Il secondo legno di giornata demoralizza il quintetto biscegliese, che non vede premiati gli sforzi compiuti, e rischia di andare addirittura sul doppio svantaggio con un contropiede del duo Giannuzzi-Lapertosa senior.

Sono sempre i due portieri a rubare la scena ai propri compagni: al 37° Napoletano è strepitoso su D’Elia, mentre al 42° Di Pilato è altrettanto decisivo su un contropiede del classe ’90 Lapertosa: il laterale del Futsal Club, un minuto dopo, sarà autore dell’assist della rete dello 0-2 (fotocopia del vantaggio iniziale) siglata da Paolo Fiume.

Al 44° lo stesso Fiume, già ammonito, commette fallo da dietro dopo una grande giocata di Mugeo e viene spedito anzitempo sotto la doccia. Nei 2’ di superiorità numerica, il Santos Club alza il baricentro con il quinto di movimento Francesco Uva, ma non riesce a sfondare il muro del team ospite che, numeri alla mano, può vantare della quinta miglior difesa del torneo.

Al 52° il Santos Club colpisce un altro palo, il terzo di giornata, stavolta con il giovane Mugeo: è il punto esclamativo su una giornata, iniziata con buoni propositi, ma che scorre inesorabilmente col passare dei minuti verso il baratro della retrocessione. La palla sembra non voler più varcare la linea di porta e al 58° D’Elia, servito da Gallo, si vede bloccare sfera proprio sulla linea di porta da Napoletano. Nel recupero, Lapertosa approfitta della porta lasciata sguarnita dal quinto di movimento per siglare la rete del definitivo 0-3.

Il triplice fischio finale cala il sipario su una stagione lunga e allo stesso tempo ricca di rimpianti, soprattutto alla luce dei diversi punti che, forse per inesperienza, il team biscegliese ha lasciato per strada nel girone d’andata, al termine del quale si era rivelata una delle sorprese più liete del torneo. Nel pieno del girone di ritorno, invece, il team caro al presidente Sangilli ha dovuto fare i conti con diverse defezioni di formazione ma, nonostante ciò, ma l’affiatato gruppo che compone la rosa del Santos Club ha lottato con onore fino alla fine per difendere i colori gialloblu.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 25 aprile 2016