Santos Club con la testa alla Coppa, ne approfitta il San Ferdinando: cade l’imbattibilità interna dei gialloblu

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 15 gennaio 2017

Santos Club con la testa alla Coppa, ne approfitta il San Ferdinando: cade l’imbattibilità interna dei gialloblu

Debacle del team biscegliese, apparso irriconoscibile e con la mente alla storica semifinale di Coppa Puglia in programma mercoledì

Santos Club-San Ferdinando 0-5

Santos Club: Di Pilato, Fusiello, Uva, Formicola, G. Di Benedetto, S. Di Benedetto, Muggeo, D’Elia, Papagni, Garofoli, Galantino, Sasso. Allenatore: Francesco Tritto
San Ferdinando:
Torraco, Castriotta, Cappai, Distaso, Suriano, Ciccolella, Losapio, Lombardi, Lopez, Caputo, Fortunato, Gosciola. Allenatore: Giuseppe Russo
Arbitro:
De Girolamo (Bari)
Reti:
9° Caputo, 22° Ciccolella, 27° Lopez, 39° Ciccolella, 59° Caputo
Ammoniti:
Sasso, G.Di Benedetto, D’Elia, S. Di Benedetto,
Espulsi:
al 46° G.Di Benedetto per doppia ammonizione; al 49° S. Di Benedetto per doppia ammonizione

Il ritorno al futsal giocato dopo un mese di inattività, dovuto alle festività natalizie e alla successiva emergenza maltempo, sancisce il tonfo interno del Santos Club, sconfitto 0-5 dal San Ferdinando.

Nel match valevole per la decima giornata di Serie C2/A pugliese, il team biscegliese è apparso lontano parente del gruppo ammirato nella prima parte di stagione. Senza togliere ai meriti del San Ferdinando (formazione di tutto rispetto, costruita per il salto di categoria), il gruppo gialloblu è sceso in campo troppo imballato, compromettendo la gara già nel primo tempo a causa di evitabili cali di concentrazione. L’impressione è che il team gialloblu fosse già proiettato allo storico appuntamento di Coppa Puglia sul campo dell’Alta Futsal (capolista del girone B), in programma mercoledì 18 gennaio e valevole per la semifinale d’andata.

Mister Tritto affida il quintetto iniziale a Di Pilato, Formicola, Simone Di Benedetto, Papagni, D’Elia; gli ospiti di mister Russo rispondono con Torraco, Castriotta, Distaso, Suriano e Caputo. Inizio di gara caratterizzato da ritmi bassi, conseguenza della debole pioggia caduta sul sintetico del centro sportivo Aurora nei primi minuti di gara.

Al 3° l’estremo gialloblu Di Pilato risponde con un’ottima uscita al contropiede da banda sinistra dell’esperto Distaso (ex Salinis); un minuto dopo è Simone Di Benedetto, servito da D’Elia, ad avere la prima vera occasione della gara, ma il decisivo intervento di Torraco gli nega la gioia del gol.
Succede davvero poco fino al 9° quando, sugli sviluppi di un corner battuto da Distaso, la retroguardia locale si addormenta, dando tutto il tempo all’esperto Caputo (ex Futsal Canosa) tutto il tempo di controllare la sfera, girarsi e infilare alle spalle di Di Pilato. Ospiti che dunque passano in vantaggio con il minimo sforzo.

Il Santos prova ad alzare la pressione, provando più volte il tiro da fuori, sparando però sulla difesa del San Ferdinando; al 14° Distaso sorprende il quartetto di movimento con una rapida ripartenza, smarca anche Di Pilato ma fallisce clamorosamente la rete del raddoppio. Successivamente il team biscegliese ci prova con i pericolosi tentativi di D’Elia, Gianluca Di Benedetto, Fusiello e Muggeo.

Al 22° il San Ferdinando approfitta di un’altra leggerezza locale per siglare le rete del momentaneo 0-2: sugli sviluppi di una rimessa laterale, Lopez serve Ciccolella, che ha tutto il tempo per girarsi in area e trovare il bersaglio giusto. Al 24° Muggeo si rende protagonista sia in area avversaria (ottimo intervento di Torraco), sia in zona difensiva (decisivo l’intervento su Distaso in area di rigore sugli sviluppi di una rapida ripartenza).

Al 27° Lopez sorprende il quintetto biscegliese direttamente su calcio di punizione (0-3); nei restanti minuti prima del rientro negli spogliatoi, il Santos Club ci prova con D’Elia e Gianluca Di Benedetto, tentativi che esaltano i riflessi di Torraco.

Ad inizio secondo tempo subito una chance per gli ospiti con Suriano; scampato il pericolo, il team di Tritto alza la pressione con i ripetuti tentativi di Simone Di Benedetto, Papagni (due volte) e Garofoli che trovano sulla propria strada un decisivo Torraco. Al 35° è il San Ferdinando ad esaltare i riflessi di Di Pilato, autore di un difficile intervento su Caputo.

Le azioni si susseguono rapidamente: al 36° il Santos centra un palo con Papagni, mentre sulla successivamente si assiste allo strepitoso intervento dell’estremo ospite Torraco su D’Elia. Al 39° gli ospiti chiudono definitivamente la pratica con la rete di Ciccolella, che approfitta di una disattenzione difensiva per involarsi verso la porta biscegliese e siglare il momentaneo 0-4.

Al 43° le due formazioni trovano l’incrocio dei pali con Distaso (decisivo tocco di Di Pilato) e D’Elia. Mister Tritto decide di giocarsi il tutto per tutto schierando come quinto uomo di movimento Francesco Uva, al rientro dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per circa tre mesi.
L’estremo ospite mostra tutte le sue abilità, opponendosi in maniera decisiva e ripetuta sui tentativi dello stesso Uva, Garofoli e D’Elia.

Successivamente il team gialloblu perde per somma di ammonizioni i due Di Benedetto. Le decisioni, molto contestate, macchiano ulteriormente la già insufficiente prova del direttore di gara (che, vogliamo sottolineare, non giustifica affatto la debacle). Al 59° Caputo vince un rimpallo e sigla a porta vuota la rete del definitivo 0-5. Nei primo dei 3′ di recupero, D’Elia centra il terzo legno gialloblu di giornata: sul successivo tap-in la sfera, in maniera del tutto rocambolesca, non vuole proprio sapere di entrare in porta. Segno di una giornata totalmente da dimenticare.

Con questo risultato, il Santos Club perde l’imbattibilità stagionale casalinga e scivola al 4° posto con 18 punti, a -1 dallo stesso San Ferdinando e dal Futsal Troia. Si allontana, invece, la vetta della classifica, occupata dall’Eraclio Barletta (22 punti).

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 15 gennaio 2017