“Salvare in mare, salvare il mare”: gli ospiti dei centri d’accoglienza ripuliscono le spiagge

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 dicembre 2016

“Salvare in mare, salvare il mare”: gli ospiti dei centri d’accoglienza ripuliscono le spiagge


Sono stati salvati a largo della costa, in alto mare, quando erano solo genericamente “migranti”. Ora che sono “ospiti” desiderano ricambiare, salvando il mare.
I 30 ragazzi dei due centri di accoglienza di Bisceglie che partecipano a Squola Garibaldi (leggi qui) saranno protagonisti, domenica 18 dicembre, di una giornata di pulizia del litorale di Bisceglie.
É un modo per manifestare la loro gratitudine e il loro affetto per quel mare IN cui sono stati salvati e per la città che li ha ospitati.
L’iniziativa, durante la quale saranno accompagnati da tutti i volontari che in queste settimane  hanno coperto il ruolo di insegnanti, è frutto della constatazione che l’inverno, quando il controllo sulla costa è basso, sono in tanti a liberarsi dei rifiuti: cassette di polistirolo, materiale da pesca, rifiuti speciali, abbandonati da terra o direttamente durante la navigazione.
L’incontro, aperto a tutti volontari, è in programma domenica mattina fra le 10.00 e le 12.00, tra la spiaggia de “Le Grotte”, “Conca dei Monaci” e “La Salata”.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 dicembre 2016