Romania Andria BAT – Neroazzurro Stellato 0 – 1

Sport // Scritto da direttatesting // 26 febbraio 2012

Si dicespesso che tutte le cose hanno un inizio ed una fine, ma in questo incontro lafine è giunta ancor prima del fischio d’apertura quando, al primo minuto,Piancone atterra Marzocca sul versante di sinistra e provoca un calcio dipunizione giusto: Galasso batte; Tortora, dimenticato da tutti, di testa nonsbaglia.

E’ questo ilsunto di Romania Andria BAT – Neroazzurro Stellato, anticipo mattutino valevoleper la 22° giornata di campionato di Seconda Categoria: da un lato la RomaniaAndria BAT del mister Cosimo Sinisi, ben disposta in campo con il modulo ad unapunta, compatta in difesa e che è cresciuta alla distanza dando moltigrattacapi al roster biscegliese il quale, d’altro canto, cerca in tutti i modidi chiudere l’incontro sullo zero – due senza esiti felici.
ConMannatrizio squalificato (quarta vittoria in quattro gare viste dalla tribunaper l’allenatore tranese), in panchina siede Pino Scandamarro. Dell’ unica reteche ha segnato l’incontro si è già detto: nei primi quindici minuti il NeroazzurroStellato trova altre due volte lo specchio della porta a sua disposizione. Lapalla più clamorosa è sui piedi di Pasquadibisceglie al 13’ che con unpallonetto a mezza altezza supera Gardano ma, tradito dal terreno delSant’Angelo dei Ricchi, vede la sfera finire fuori.
Cresce nelpossesso palla e nell’ impostazione di gioco la squadra biancoazzurra delpresidente Marian Gecaleanu la quale ha la chance di ripristinare gli equilibrial ventesimo con Sgarra, tirando addosso a Capasso un pallone rovente.
L’ultimaazione del primo tempo è del minuto 43 ed è ad appannaggio degli stellati:angolo di Galasso, si fa vedere Stramaglia che colpisce di atlante la sfera;Gardano compie un miracolo togliendola dall’ incrocio dei pali.
Nella ripresala strigliata di Mannatrizio carica il tandem neroazzurro ma la Romania BATcontinua ancora ad arginare bene l’assalto biscegliese e ad avviare rapidicontraccolpi offensivi. A metà secondo tempo, dopo una prestazione alquantoimpeccabile, cade nel baratro della confusione il direttore di gara, il signorPeres di Barletta. Il suo contributo porta la gara a prendere una stradanevrotica: due rigori non dati ai biscegliesi, il primo per spinta di Cafagnasu Pasquadibisceglie ed il secondo per atterramento di Stramaglia da parte diLepore. In più gol annullato su fuorigioco inesistente allo stesso numeroundici neroazzurro,dopo un suo cross dal fondo su assist dell’ex Trani eToritto.
Anche ilroster andriese ha da recriminare su due manate in piena area,non viste, aidanni di Piancone e Piccininno nel loro miglior momento.
Nel finale digara forcing dei padroni di casa con due conclusione pericolose, macentralissime, di Gemiti (lasciato solo sugli sviluppi di un avvio rapido digioco) e Maiuri.
Col triplicefischio il Neroazzurro Stellato prende in cascina tre punti sofferti, restaancora imbattuto in questo girone di ritorno (17 punti in sette turni) e siporta a quota 34 lasciando la Romania BAT ad undici lunghezze e sperando diagganciare il treno playoff.
Prossimo turnoin data 4 Marzo contro il fanalino di coda Lupatia Santeramo allo stadio DiLiddo.
ROMANIA ANDRIA BAT – NEROAZZURROSTELLATO 0 – 1 (0 – 1)
ROMANIA BAT: Gardano, Lepore, Tortora, Cafagna(85’ Cappabianca), Bafunno, Piccininno, Laluce, Sgarra (62’ Gemiti), Piancone(68’ Maiuri), Loconte, Marmo. A disp:Di Pietro, Piccolo, Sibio, Telegaro. Allenatore:Sinisi
N. STELLATO: Capasso, Parente (62’ Monopoli),Tortora, Iusco, Altomare, Lanotte, Palazzo, Galasso, Stramaglia, Marzocca (68’Scandamarro), Pasquadibisceglie. A disp:Pansini, Papagni, La Forgia, Terrone, Cervelli. Allenatore: Scandamarro G.
Arbitro: Peres (Barletta)
Reti: 2’ Tortora
Ammoniti: Stramaglia (NAS), Tortora, Piccininno(RMA)
Note: minuto di silenzio per ricordare imilitari morti in Afghanistan in data 20 Febbraio

Chi è Fabrizio Ardito

Nato a Bari, vivo nella BAT-provincia. Studio Marketing e scrivo per la redazione de "La Diretta nuova", sia cartacea che web.




Sport // Scritto da direttatesting // 26 febbraio 2012