Risultati eccellenti degli studenti del liceo scientifico “da Vinci” nelle prove INVALSI

Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 23 gennaio 2016

Risultati eccellenti degli studenti del liceo scientifico “da Vinci” nelle prove INVALSI

Esiti positivissimi per gli studenti biscegliesi che si discostano notevolmente dalla media regionale e nazionale

E’ dei pochi giorni fa il rapporto pubblicato dal Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca sulle prove INVALSI, le prove oggettive standardizzate somministrate a fine anno scolastico allo scopo di misurare i livelli di apprendimento raggiunti dagli studenti italiani relativamente alla comprensione della lettura e alla matematica.

Lo scorso anno, in data 12 maggio 2015, i test furono somministrati in un clima di tensione: alcuni studenti e insegnanti avevano intenzione di boicottare la prova, che alla fine si svolse correttamente nella quasi totalità degli istituti.

I dati che emergono parlano inequivocabilmente del divario tra le scuole del nord e quelle del sud. Nel rapporto si spiega che:

il gap tra il Mezzogiorno e il resto del paese, solo in piccola parte può essere ascritto a fenomeni di composizione, legati al diverso background socio-economico e culturale degli studenti del Mezzogiorno. Semplici modelli di regressione, nel confermare la rilevanza del background familiare, dell’origine (nativi vs immigrati di I e II generazione) e del ritardo scolastico pregresso – così come di una serie di aspetti motivazionali per la prima volta esaminati nel Rapporto e i cui dati sono anche un potenziale strumento di analisi per le singole scuole oltre che per i ricercatori – confermano come le differenze tra regioni permangano anche al “netto” di tali effetti.

I risultati di italiano dei liceali biscegliesi in rapporto agli studenti della Puglia, del Sud e dell'Italia

I risultati di italiano dei liceali biscegliesi in rapporto agli studenti della Puglia, del Sud e dell’Italia

In controtendenza rispetto alle scuole del Sud, le seconde classi scientifiche del liceo “Leonardo da Vinci” di Bisceglie hanno conseguito in media risultati ottimi in Italiano: fanno meglio rispetto ai licei della Puglia di 8,4 punti percentuali in media, di 9,5 punti percentuali rispetto ai licei del Sud e di 6,4 punti percentuali rispetto ai licei d’Italia.

Anche in matematica, le seconde classi scientifiche del liceo “Leonardo da Vinci” di Bisceglie hanno conseguito risultati eccellenti: una media superiore del +19,4% rispetto ai licei della Puglia, +17,1% rispetto ai licei del Sud, +14,0% rispetto ai licei d’Italia. Tali dati si riferiscono solo alle classi scientifiche dell’istituto, di modo da permettere di comparare i risultati con quelli degli altri licei italiani che non hanno anche indirizzi linguistici e coreutici.

I risultati di matematica dei liceali biscegliesi in rapporto agli studenti della Puglia, del Sud e dell'Italia

I risultati di matematica dei liceali biscegliesi in rapporto agli studenti della Puglia, del Sud e dell’Italia

Dei risultati di tutto rispetto quindi che permettono agli studenti del liceo “da Vinci” di sfatare il mito secondo cui le menti più brillanti d’Italia risiedano solo al Nord.

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Attualità // Scritto da Cristina Scarasciullo // 23 gennaio 2016