Risoluzione Unesco sul Monte del Tempio, Amoruso: «Bene il ministro Gentiloni»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 27 ottobre 2016

Risoluzione Unesco sul Monte del Tempio, Amoruso: «Bene il ministro Gentiloni»

Nota del parlamentare biscegliese, membro della Commissione esteri del Senato

Francesco Amoruso, membro della Commissione esteri del Senato, ha espresso apprezzamento per le parole del ministro Paolo Gentiloni, che ha preannunciato il voto contrario dell’Italia a qualsiasi risoluzione proposta dall’Unesco «che contenesse ancora, in modo inaccettabile, una negazione delle radici ebraiche del Monte del Tempio.

La vicenda dimostra quanto sia assurda la strumentalizzazione che a volte viene portata avanti in sedi tanto importanti a livello internazionale ma anche, al tempo stesso, il buon senso della posizione italiana, esplicitata dallo stesso ministro anche sul tema del riconoscimento dello Stato palestinese, un obiettivo condiviso ma in un contesto di sicurezza e condivisione nello scenario internazionale» ha sottolineato il parlamentare biscegliese del gruppo Ala.

La Palestina è membro a tutti gli effetti dell’Unesco (l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura) dal 2011 a seguito di una storica votazione che secondo gli analisti internazionali è un passo decisivo verso l’agognato ingresso nell’Onu dello stato palestinese, peraltro già riconosciuto da ben 135 membri delle Nazioni Unite.

La risoluzione adottata dall’Unesco con voto a scrutinio segreto dei 20 membri del comitato permanente (10 a favore, otto astenuti e due soli contrari) fa riferimento ai luoghi sacri di Gerusalemme con la sola denominazione musulmana e denuncia apertamente i “danni materiali” perpetrati da Israele. Il comitato può concedere assistenza finanziaria in funzione delle richieste degli stati membri oltre che esaminare lo stato dei siti iscritti al patrimonio mondiale, integrandoli con nuovi inserimenti (obiettivo più volte dichiarato dall’Autorità Nazionale Palestinese).

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 27 ottobre 2016